COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

primo paese al mondo a LED … / torraca (cilento)

A Torraca hanno deciso di puntare alla salvaguardia dell’ambiente e all’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.

Per questo hanno avviato una serie di iniziative straordinarie sulle tematiche ambientali e sull’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.

Il progetto è partito da qualche anno con l’istituzione di un Consorzio universitario denominato ”Cilento e Vallo di Diano” che ha promosso in primis con la Seconda Università degli studi di Napoli, avviando uno dei primi master post universitari di primo livello su “Legislazione ambientale e tecnica delle fonti energetiche rinnovabili” al quale hanno partecipato ben 40 laureati da tutta Italia.

Successivamente con la Seconda Università degli studi di Napoli  si è avviato un corso di laurea in “Scienze politiche indirizzo cooperazione internazionale per l’ambiente e l’energia” a cui già dal primo anno si sono iscritti ben 128 studenti, superando di gran lunga le incerte aspettative.

Continuando il progetto sull’energia rinnovabile, hanno realizzato tre impianti fotovoltaici comunali per un totale di circa 150 kw, che rendono questo paese autonomo energeticamente sulle esigenze pubbliche; contemporaneamente è partita la realizzazione di una fabbrica che produrrà moduli fotovoltaici e che farà ricerca nel medesimo settore.

Con l’aiuto di una fabbrica  cilentana “Elettronica Gelbison srl “ è stato realizzato un progetto che ha annotato Torraca tra i guinnes dei primati: Torraca, primo paese al mondo con un impianto di pubblica illuminazione con la tecnologia a LED,  (vedi rassegna stampa) sostituendo l’impianto pubblico d’illuminazione con uno a led”. La Elettronica Gelbison ha brevettato così la “lanterna Torraca”. Da quel momento in questo innovativo e curato paese si susseguono decine e decine di visitatori, sindaci, imprenditori e ricercatori di tutta Italia increduli dell’efficacia di questo impianto.

il servizio di national geographic, sett.2008  http://www.comuneditorraca.it/pagine_interattivita/news/pagina_news.php?id=42

l’articolo di repubblica 15.9.2008  http://www.comuneditorraca.it/pagine_interattivita/news/pagina_news.php?id=42

info:  http://www.comuneditorraca.it

Illuminazione a Led

COSA E’ IL LED?

Il led e’ un semiconduttore che emette luce al passaggio della corrente elettrica grazie ad una speciale guarnizione di silicio. Tra i vantaggi del led, privo di filamento interno, al contrario delle tradizionali lampadine, uno straordinario risparmio energetico, l’alta durata e la sicurezza assoluta degli impianti, dato che per il funzionamento dei led sono necessari appena 24 volt. Una scelta di campo, quella di Torraca, che fa del piccolo paese salernitano uno dei centri mondiali all’avanguardia nell’ utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.

700 i punti luce a led installati nel comune.

Questa iniziativa ha reso Torraca nota come paese all’avanguardia, numerose testate regionali e nazionali hanno rivolto attenzione a questo progetto (vedi rassegna stampa) e alle più grandi fiere sull’ecologia e salvaguardia ambientale le sono stati riconosciuti premi.

Ultima curiosita’: la luce a led elimina anche l’inquinamento luminoso che impedisce di godere la vista delle stelle dai centri urbani.

BENEFICI

L’impianto fa risparmiare circa il 70% dei consumi energetici, riduce del 70% i costi di manutenzione, elimina l’inquinamento luminoso e funzionando a 24 Volt risolve anche il problema della sicurezza degli impianti di pubblica illuminazione. Il tutto è monitorato ed in corso di certificazione dal prof. Di Fraia dell’Università Federico II di Napoli, uno dei massimi esperti in illuminotecnica. A questo punto non resta che andare a far visita  a questo paesino che continua a lanciare iniziative sorprendenti capaci di renderlo noto in tutto il mondo e aprire la strada concreta all’uso razionale dell’energia.

Impianti Fotovoltaici

Su tutto il territorio comunale torrachese sono stati istallati quattro impianti fotovoltaici da 45,5 kW ciascuno.

I quattro impianti producono singolarmente quasi 200.000 kWh/anno, sufficienti ad illuminare vari impianti sportivi (pista go-kart, piscina comunale) e a vendere l’energia elettrica residua alla rete elettrica oltre che a recuperare i benefici economici dalla vendita di certificati verdi nazionali e usufruire degli incentivi del conto energia.

I benefici in termini ambientali sono notevoli con circa 122 tonnellate di CO2 evitate.

DATI TECNICI  IMPIANTI FOTOVOLTAICI

-Potenza nominale: 45,5 kW

-N°di Moduli: 308

-Potenza moduli: 148 W SharpND-N8E3EF 148 W

-Inverter: SanwayTG53 elettronica Santerno

-Tipologia Installazione: su terreno

-N°moduli per stringa: 22

-N°di stringhe: 14

-Produzione stimata: circa 63.000 kWhanno per ogni impianto

-Ricavi: circa 36.000 €/anno per impianto

-Tonnellate di CO2 evitata: 122 t /anno totale (calcolata solo su 3 impianti)

I quattro impianti sono monitorati 24 h su 24 tramite server Elettronica Santerno interfacciato con sistema GPRS che segnala con sms eventuali anomalie di funzionamento o tentativi di furto.

Gli impianti, tutti di uguale taglia e tipologia, sono situati rispettivamente in località Coia, Serritelle, San Vito e Castellata.

Monorotaia

Torraca è una rinomata meta turistica per la bellezza del paesaggio che offre con vista sul mare e sui monti del Cilento, Il turismo passa soprattutto dalla vicina Sapri, località marittima.

Proprio da Sapri è in progetto una monorotaia che la collegherà alla piscina comunale, alla pista di kart e alla stessa Torraca. Il progetto si inserisce in un quadro più ampio come previsto dagli indirizzi strategici 2006-2009 per il fondo Aree sottoutilizzate–FAS e fa riferimento ai settori FAS: sistemi urbani città.

La monorotaia fungerà da attrazione turistica per il percorso in salita lungo le pendici del monte e porterà un radicale miglioramento della situazione del traffico su ruota, che ad oggi crea notevoli problemi sia dal punto di vista delle emissioni di CO2 e di particolato, sia dal punto di vista dei parcheggi. Inoltre questo sistema di trasporto sarà alimentato da un impianto fotovoltaico di 50 Kw.

L’area interessata dalla monorotaia è di circa 10.000 m2, parzialmente antropizzata e il sistema di trasporto andrebbe ad interessare anche queste piccole realtà rurali presenti lungo il percorso che ne usufruiranno per il loro generale approvvigionamento.

Sviluppo Torraca s.r.l.

“Sviluppo alternativo e sostenibile…Il vostro futuro è il nostro presente.”

“Sviluppo Torraca srl” è una società a partecipazione pubblica, un progetto coordinato e lungimirante, tale da rendere coerenti le diverse iniziative che hanno coinvolto nel loro sviluppo innumerevoli attori (cittadini, installatori, altri enti comunali, imprenditori locali, studenti e Università pubbliche) e rendendo questa esperienza patrimonio non solo per la Regione Campania ma per il resto dei Comuni d’Italia.

La Sviluppo Torraca ha avviato la realizzazione di una fabbrica che produrrà moduli fotovoltaici che farà ricerca nel settore delle rinnovabili ottenendo al contempo un doppio beneficio: creando da un lato nuovi posti di lavoro e diventando un laboratorio di studio per giovani ricercatori.

L’impianto proposto di produzione di pannelli fotovoltaici, nel piano di investimento industriale della Sviluppo Torraca, risulta essere quanto di meglio esiste dal punto di vista tecnologico per quanto riguarda: la tecnologia utilizzata, la sicurezza e la qualità ambientale, garantita dall’apporto di filtri, silenziatori e giunti antivibranti.

Tutti i macchinari sono provvisti di tecnologie avanzate e controllati da sistemi computerizzati, che consentono alle macchine di interfacciarsi e lavorare autonomamente.Il ciclo, completamente bilanciato, parte dalla selezione delle celle fotovoltaiche, fino al completo assemblaggio dei componenti.

– – – – –

a breve UNA GIORNATA a ‘TORRACA’ con gli ‘INCONTRI DI ARCHITETTURA’ e la COMUNITA’ PROVVISORIA 

– – – – –  per aderire : studio#verderosa.it

.

 

 

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. cerdo che ognunno dovrebbe amare e tutelare la sua terra, indipendentemente se ci vive o se è scappato per lavoro. la terra natale, o meglio la terra che ti ha visto crescere e che tu hai visto arata, in fiore, è come una matrona capace d’ amore secco e sfibrato come i suoi raccolti. quelli che odiano la propria terra odiano se stessi,e, come si dice in un film,da te non ci scappi neanche se sei Eddy Merks. (credo si scriva cosi’)

    P.S.:Scusate se non scrivo tanto cme un po’ di tempo fa comunque “Vi Penso Sempre” Ah Ah Ah Ah.

    Vito di milia

    capoccia

    28 ottobre 2008 at 12:31 pm

  2. altro che inceneritori ed emergenze rifiuti, la vera emergenza è questa e va avanti da anni ma nessuno ne parla!
    http://www.laterradeifuochi.it
    http://ponticelliterradeifuochi.wordpress.com
    grazie saluti.

    xxiamfreexx

    28 ottobre 2008 at 6:22 pm

  3. Sono affascinato dalla grande avventura tecnologica promossa con successo dall’Amministrazione Comunale che ha saputo coinvolgere giovani laureati, realtà artigianali con scopi ben precisi: risparmio, non solo economico, ma anche ecologico e sviluppo industriale e ricerca tecnologica. Questo paese dovrebbe essere preso ad esempio da tutti i comuni italiani, o meglio, tutti i comuni, con le eventuali eccezioni dovrebbero essere obbligati a realizzare tali economie, incentivare la ricerca e creare posti di lavoro. Questo dovrebbe essere, ma tanto dipende da uomini capaci ed entusiasti di fare il bene del proprio paese. A quanto pare non ce ne sono tanti!

    Giorgio - Cesena

    26 aprile 2010 at 10:00 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: