COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

MUTAMENTI (La scossa)

filippica-di-arminio-su-vecchia-e-nuova-bisaccia1-maggio-2007

filippica-di-arminio-su-vecchia-e-nuova-bisaccia-maggio-2007-foto a_v_

di Luca Battista

 

 

 

 

 

 

Metto qui in sintesi lo schema di un proposta di un progetto di analisi e ricerca, abbozzato e scritto qualche tempo fa e poi di volta in volta affinato. E’ una prima fase descrittiva, nell’incontro di Aquilonia il 3 gennaio, ci sarà da approfondire e forse provare a costruire un primo vero gruppo di lavoro, fattivo e collaborativo.

 << “MUTAMENTI”: 23 –11-1980 / 2010. Il territorio, i progetti, le opere.>>

 

Azione”  documentaria delle trasformazioni sociali,  urbane e territoriali connesse alla fase della ricostruzione post-sismica in Irpinia”.

  

La ricostruzione in Irpinia rappresenta certamente un segmento significativo nella storia contemporanea della regione che salda il post-terremoto con le prospettive di sviluppo delineatesi nell’ultimo decennio del secolo scorso.

Dopo trenta anni – superato il tempo della cronaca – si può cominciare a porre le basi per una storicizzazione documentaria di una fase, quella del dopo terremoto appunto, che, innegabilmente, ha prodotto  mutamenti sostanziali.

 Confrontare dati, progetti, concretizzazioni è la modalità per evidenziare senza remore gli scempi compiuti, ma anche per dare giusto risalto a quelle esperienze che hanno segnato positive sperimentazioni urbanistiche,  paradigmatici esempi di recupero architettonico ed edilizio e significative realizzazioni di nuova architettura.

La “mission” dell’azione proposta vuole offrire, quindi, una documentazione che fotografando la storia recente contribuisca ad evitare la pratica dell’arte del dimenticare, costituendo un primo nucleo di immagini, testi, disegni, relativi ad  opere  che tra qualche lustro a ben diritto saranno riconosciute beni architettonici ed ambientali perché testimonianza assoluta di un epoca e quindi come tale da conoscere e preservare.

La ricerca, fondamentalmente, si espliciterà nella elaborazione delle schede di catalogazione; contenenti informazioni culturali e tecniche, dati complessivi della realizzazione – economici ed edilizi o urbanistici (restauri, recuperi, nuove costruzioni, piani regolatori, piani di recupero, nuove espansioni urbanistiche) -, materiale grafico e fotografico. Tale catalogazione sarà impostata sia su supporto cartaceo (progetto editoriale di due volumi tematici) sia su CD-rom consultabile ed eventualmente aggiornabile on- line sulla rete internet.

Inoltre è da sottolineare l’oggetto innovativo ed esclusivo della ricerca, mancando esempi organici e strutturati di una lettura documentaria della ricostruzione in Irpinia.

 

La ricerca è concepita con un’ottica multidisciplinare e si articolerà in due parti ben distinte:

        una caratterizzazione prevalentemente tecnico documentale, per quanto attiene alla molteplicità degli aspetti del Programma di Ricostruzione: normativi, giuridici, tecnici, attuativi, economici;

        un compendio di “considerazioni e commenti” che costituirà la griglia di profili disciplinari che indirizzeranno le analisi per la catalogazione finale e salderanno tra loro i vari aspetti che saranno trattati. Così ad esempio,dal profilo politico a quello urbanistico si arriverà a quello fondamentale della storia delle genti e delle trasformazioni sociali.

Le due parti saranno unite, in conclusione del lavoro di ricerca, da un’attenta strategia di divulgazione e quindi di valorizzazione del lavoro svolto.

Annunci

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Lo scorso 23 novembre avevo scritto alcuni pezzi (il link è a fine commento) per il blog di un ricercatore del mio dipartimento.

    Io mi occupo di terremoto e cambiamento sociale nell’ambito del mio progetto di ricerca di dottorato (in storia contemporanea); sono quasi alla fine e ho preso in considerazione come indici delle trasformazioni di alcune comunità temi come l’urbanistica, il lavoro, l’emigrazione e vari indici statistici.

    Purtroppo domani non sarò ad Aquilonia, ma potete contare anche su di me per la realizzazione di questo progetto. In questi ultimi anni ho raccolto davvero tanto materiale documentario.

    http://tauzero.wordpress.com/2008/11/23/irpinia-memoria-civile-di-un-terremoto/

    http://tauzero.wordpress.com/2008/12/06/irpinia-viaggio-dentro-il-terremoto/

    teoraventura

    2 gennaio 2009 at 4:40 pm

  2. caro luca,
    ho bisogno di contattarti.
    sono maurizio, abbiamo fatto insieme l’obiettore di coscienza nel ’98.
    ho bisogno di parlarti, non ho un tuo recapito.
    mettiti in contatto con me.
    0825 611402 ufficio
    347 0939474
    ciao.

    maurizio picariello

    9 febbraio 2009 at 2:25 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: