COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Il Grande dittatore e il Piccolo Cesare

di mauro orlando _  … aut Caesar aut nullus!


A Proposito della malattia del cittadino Berlusconi

“Vedo ,cittadino Berlusconi,
che sei riuscito a trasformare in virtù
la tua smania, in salute la tua malattia.
Ecco un uomo che ha tutto- oltre il decente-
ma vuole avere di più. Ecco una persona
che ogni mattina dovrebbe svegliarsi e dire :
che culo,grazie, che culo, grazie
e temere soltanto che l’invidia degli dei
arrivi a porre fine alla sua fortuna.
Ma quest’uomo vuole quadrare a suo modo
gli inncerti conti con il destino :
perfino l’invidia appartiene a lui, e agli dei
spetta soltanto temerla.la coltiva
tra i marmi a pecchi dei suoi settanta cessi
la cuoce al piccolo fuoco che gli scava il cuore
perché vuole che TUTTI lo amini,vuole
che nessuno, dentro e fuori il suo regno
possa trascurare di considerarlo
il migliore,l’esemplare ottimate
il padre augurabile ad ogni figlio
il figlio desiderato da ogni madre
il marito preferibile da ogni moglie
l’amante spiritoso, il buon compagno di gozzoviglie
una specie di dio autoconvocato……….
……..Sappi , cittadino Berlusconi
che i miei difetti sono meno dannosi
delle tue qualità.Ma non ho l’intenzione
(pur avendone l’occasione)
di dirlo ai quattro venti : perché già dicendolo
e dunque proponendomi come persona da imitare
violerei i presupposti stessi del mio valore
che richede, per essere tale
imbarazzo,altosenso del ridicolo
e come unico progetto importante
lavorare di meno per garantire ai miei figli
quel me stesso libero da obbligo
che solo può riuscirgli padre.
E accade ancora, cittadino Berlusconi,
che l’imbarazzo che frena i timidi
i rispettosi, i pigri, i metitabondi,
coloro che non pensano di essere il Motore
oggi sembri rassegnato timore
perché non è spendibile sulla piazza centrale
quanto la tua rumorosa propaganda.
Ma intanto rimangono a circondarti
soltanto gli smaniosi e gli incontentabili
i fanti servizievoli per mestiere, i santi
della compravendita,i faccendieri malati
di fretta,tutti coloro che non hanno preso
abbastanza impegni con se stessi
e ne hanno presi troppo con la professione.

Noi invece non ci avrai sicuramente
e sottovaluti, per giunta, sottovaluti di molto
quella forma silenziosa di solidarietà
che unisce tutti gli scopritori di misura
tutti i portatori di gentilezza
scuotitori di testa davanti all’arbitrio
portatori di pazienza davanti all’ossessione
di pudore davanti all’esagerazione.
Noi ci riconosciami con uno sguardo
mentre a te,per sapere di chi ti puoi fidare,
serve un applauso.
Ci credi distratti, e noi stessi
ci crediamo troppo dediti alla nostra salute
per rovinarci il fegato e l’umore
( o la reputazione, nel caso si vada in televisione)
contardicendo la tua scadente furia.
Ma sappi, cittadino Berlusconi, sappilo bene,
che in ogni casa abita almeno un allegro fannullone
in ogni ufficio un bevitore-conversatore
in ogni famiglia qualcuno che invita a non prendersela
in ogni automobile un guidatore divertito
in ogni piscina nuota un ozioso
e in ogni albergo scende un appagato
e tutto questo prima di quanto tu creda
smomterà pezzo per pezzo la tua torre delirante
e fara di te oggetto di compassione……..”

Annunci

Written by Mercuzio

30 marzo 2009 a 8:38 am

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. bene, molto bene….
    siamo diventati uno dei punti più vivi dell’italia che non ci sta…

    Arminio

    30 marzo 2009 at 9:21 am

  2. dalla REDAZIONE alla’ sorella di giusy’
    _____ top ten del filtro antispam degli ultimi 2 giorni:

    TRAMITE IP la redazione monitorizza i soliti ‘noti’ spammisti, di recente anche telefonisti (anche qui identificati tramite l’ordine)

    uno risiede a Lioni anche se di origini ‘calabresi’, l’altro è di Calitri

    Messaggio: siete noiosi e tristi ! il gruppo non vi accetta perchè siete malati di egocentrismo, fatevene una ragione; non siete fatti per stare tra persone civili; fatevi un reading solitario (e astenetevi dal frequentare questo blog e di fare telefonate anonime); di più : non utilizzate la rete e il telefono di scuola altrimenti questa Redazione scriverà al vostro direttore di istituto. truffaldini. approfittatori !

    La sorella di Giusy
    lasorelladigiusy@libero.it
    79.46.59.136

    giusi
    giusibella@tin.it
    81.75.53.100

    Di Giosino Aurelio
    digiosinoaurelio@tin.it
    81.75.53.100

    totò
    tototruffa@tin.it
    79.41.35.200

    ermetesan@gmail.com
    69.54.88.141

    solitario
    giu.cialeo7@hotmail.it
    82.57.135.218

    LO SCOCCIATO
    loscocciato@tin.it
    79.35.30.90

    lupinocalabrese
    lucalabrese@lioni.it
    77.88.99.000

    solitario
    giu.cialeo7@hotmail.it
    87.1.87.139

    alla 'sorella di GIUSY'

    31 marzo 2009 at 10:49 am

  3. Non c’è un commento che non parli di Berlusconi: siete da manicomio. Questa Comunità da Provvisoria dovrebbe diventare Pscichiatrica.

    Circola una malattia ossessiva più inguaribile del cancro e solo per un motivo: il Cavaliere ha spazzato dal Parlamento i comunisti come l’immondizia da Napoli.

    C’era Tangentopoli, la DC era finita, la polpetta nel piatto era pronta: solo che ai comunisti rimase solo la possibilità di guardarla (famelici come erano di mangiarla e di andare finalmente al Potere).

    Ma il Cavaliere disse: STOP, per voi solo odio e vomito verso di me. Io vi distruggo. Detto, fatto: Berlusca è fatto così. Cioè: poche chiacchiere.

    Fu un evento che ha stordito la sinistra ed ha scatenato l’odio viscerale per il nostro Presidente.

    I comunisti non sanno più che fare: si attorcigliano, si dimenano, inventano tutto il possibile.
    Ai comunisti non interessa sconfiggere la delinquenza: anzi l’hanno sempre protetta con le loro pseudosociologie contro le pene severe, contro la pena capitale.
    Volevano dimostrare la loro fasulla superiorità intellettuale con le campagne antimoraliste: aborto, divorzio ecc.
    Ma oggi non conviene più: quanto sono ipocriti.
    Sono diventati patetici e puerili.
    Sono diventati addirittura supermoralisti e bacchettoni cattolici: una volta parlavano di emancipazione, di sesso libero.
    Ora invece vanno a spiare il Cavaliere per vedere se porta con sé qualche bella donna.
    Sono gelosi come matti: delle vittorie, della potenza, delle donne, della ricchezza di Berlusconi.
    Lo hanno sottoposto ad una valanga di accuse, di offese, di ingiurie, di processi: come se fosse peggio di Hitler e di Stalin.
    Se volessimomo contare quanto denaro è stato speso per le questioni legali contro Berlusconi ne avremmo tanto da salvare il bilancio di mezza Italia.
    Ai comunisti e ai democristiani s’è aggiunto anche Finoglio-Badoglio. Non c’è niente da fare: la gelosia, l’invidia sono peggio del cancro.

    Giorgio

    25 gennaio 2011 at 4:34 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: