COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

cairano7x, programma edizione 2010

logo provvisorioquesto è il programma (il logo è provvisorio).  ovviamente prima di andare in stampa si possono ancora fare piccole modifiche. gli spazi dove si svolgeranno i tantissimi appuntamenti in programma sono ancora da definire.  copiate e spedite a chi vi pare. l’attività promozionale è affidata a tutti !  _ armin

cairano 7x

paesi, paesaggi, paesologia

da un’idea di franco dragone

direzione artistica: franco arminio

organizzazione: comunità provvisoria

 20-27 giugno

cairano, irpinia d’oriente

 idea di cairano

c’è una desolazione che è anche beatitudine. c’è un paese piantato come un meteorite nell’irpinia d’oriente, un paese che guarda a un mare d’erba, ai monti picentini, alle alture lucane. cairano guarda a sud dalla sua rupe. non ci sono cose da vedere, nel senso strettamente turistico del termine, ma da cairano si vede molto, ma bisogna arrivare alla nuca silenziosa del paese: il paese ha letteralmente la testa tra le nuvole. alla fine di giugno, quando ad occidente c’è più luce, cairano7x è una settimana  per parlare e ascoltare. non un festival, non è un evento, è una cerimonia dei sensi. non è un´adunata di specialisti. è una festa del silenzio e della luce, un cantiere delle arti e del buon vivere. artisti, architetti, archeologi, artigiani, poeti, musicisti, teatranti, registi, gastronauti, pensatori, contadini, nullafacenti, tutti insieme tutti a intrecciare i fili di un nuovo modo di abitare i luoghi considerati più sperduti e affranti. è un´esperienza per i liberi, per i non affiliati, per chi sente il dolore e la bellezza di stare al mondo, per chi ancora vuole provare a fare un buon uso, un uso semplice e profondo, di noi e del mondo. cairano come luogo d’intreccio, capitale dei confini. ogni arte, ogni persona si sporge sul bordo di se stessa, si pone in bilico, in ascolto di altre arti, altre persone. portiamo a cairano chi lavora per la bellezza, chi ancora crede al mondo come a un luogo per amare ed essere amati. non si viene qui per esporre le proprie mercanzie artistiche o dialettiche e andare via. non si viene qui per fare un numero, per eseguire uno spartito confezionato altrove. si viene qui per fare cultura e politica, per farle insieme. è il momento di smuovere l’immaginazione, costruire progetti che usano la gomma più che la matita. andiamo sulla rupe per cucire in una nuova alleanza il vuoto e il silenzio e la luce e il cibo e il pensiero e l’arte di trascorrere il tempo su queste schiene di terra che si abbassano verso il mare e in cui ogni paese è una vertebra isolata. da questo isolamento vogliamo  offrirci e offrire un’esperienza di comunità, una comunità necessariamente provvisoria in questa stagione di autismo corale. non siamo paesanologi, non nutriamo nostalgie dei paesi com’erano una volta. ci sporgiamo verso il futuro partendo da una fonte che sia solo nostra. siamo stufi di pensare a questi luoghi con le categorie degli altri. non cerchiamo turisti, ma nuovi residenti. e si verrà in questi luoghi non solo per lo loro bellezza, ma perché qui si può sperimentare un diverso modo di vivere, lontano dall’affollata insolenza dei centri urbani.

i laboratori

sottosopra -prove tecniche di paesologia applicata-

coordinamento: elda martino 3383723984  eldamartino@libero.it

Cairano, sin dall’età del ferro è stato luogo di passaggi, di attraversamenti, di scambio. Cairano è la metafora della migrazione,del trascorrere del tempo, della non staticità dell’uomo, della sua vocazione/necessità a spostarsi, con tutto ciò che ne consegue. Cairano è la capitale ideale di questo transito antropico e animale. L’idea di questo laboratorio è quella di sovvertire i normali parametri con i quali ognuno, nell’ambito della propria disciplina, si avvicina al paesaggio, alla terra ed ai segni che l’uomo o la natura hanno lasciato su di essi. Il luogo che è stato scelto, la zona delle grotte e la soprastante collina del calvario sono l’emblema di questo sovvertimento: sopra c’è la storia più antica del paese, nascosta dalla terra, e sotto la storia più recente nascosta dalla natura. da questo capovolgimento partiamo per sovvertire noi stessi, i nostri saperi, le nostre competenze, le nostre abilità, partiamo dal dialogo comune, dal comune lavoro. L’area della grotte verrà risistemata e resa funzionale, quella del calvario scavata, saranno rimesse in comunicazione tra di loro attraverso il recupero dei vecchi sentieri esistenti. Il laboratorio mescola insieme architettura, ingegneria, paesologia, archeologia, ecologia, videoarte, antropologia, scultura, cultura del cibo, fotografia e storie. Questo scambio prevede la costante interazione di ognuno:a ciascuno verrà chiesto di raccontare le proprie storie di migrazione e di viaggi. Una “raccoglitrice di storie” documenterà le testimonianze di volta in volta riportate. Queste stesse storie verranno filmate, insieme al lavoro collettivo in tutti i suoi momenti. Il laboratorio è aperto a tutte  le discipline e a tutti gli ospiti di Cairano 7X, perché ognuno, sovvertendosi, capovolgendosi e mettendosi in discussione, può decidere di lasciare un segno, una traccia, una storia.

All’interno di questo sistema di interazione si colloca la realizzazione di un carro dei migranti. Il carro dei migranti è un’opera collettiva e, quindi, anonima (come anonimi sono rimasti  e sono tuttora tanti volti di migranti), il risultato delle sinergie tra gli abitanti di Cairano, i partecipanti ai laboratori e gli ospiti dell’edizione 2010.

Ogni gruppo si prenderà cura di uno spazio all’interno delle aree individuate,intervenendo secondo i principi della propria disciplina, contaminandoli con quelli della land art, della sottrazione etc. etc., e, a fasi e gruppi alterni, contribuirà alla realizzazione degli altri laboratori,delle installazioni e del carro e delle storie dei migranti.

Il carro rimarrà a Cairano e, di edizione in edizione, e di anno in anno, verrà arricchito di testimonianze. Nell’edizione, il carro verrà esposto nel paese e sistemato, di volta in volta, in spazi significativi allo scopo di permetterne la visione e la fruizione a tutti  gli abitanti,i visitatori e gli ospiti.

In quest’ottica si inserisce anche l’installazione sulla rupe “cambiavento”: eliche installate raso terra, realizzate in fieno o paglia, illuminate con luci predisposte sulle eliche, dal lato inferiore, dando l’idea di una luce che viene dal profondo della terra.

Il Raduno Nazionale Clown Dottori fornirà il proprio contributo in due tempi differenti, il primo, nella settimana precedente a Cairano con un laboratorio, il secondo, all’interno dell’evento stesso.

 Cambiavento. Sulla Rupe di Cairano. A cura di INSITE

 il viaggio di chi arriva e di chi va  / il mistero del posto trovato / l’allontanarsi da ciò che si sa per cercare altro / luogo specifico di questo pensiero è lo sperone di cairano / punto di riferimento per chi arriva / punto di evasione per chi è del posto / il vento che ti porta li / il vento che ti porta via / è li che lo straniero mette in dubbio se stesso / e nella confusione il vento ti ha già avvolto / facile perdersi / difficile fermarsi / come eliche oramai siamo nel vento.

I cambiamenti provocati dal vento, un qualcosa di invisibile e immateriale che quando tocca una superficie morbida come i campi di grano, prende e da forma.

Il vento è il motore della crescita, insieme alla fertilità della terra e alla luce del sole, determina il proiettarsi della vegetazione nello spazio.

È su questa energia che intendiamo lavorare, il motore alla base di tutte le cose, la forza di Cairano spuntone che si impone al vento, determinando resistenze che si manifestano con potenza.

Un campo mosso dal vento

Eliche installate raso terra, realizzate in fieno o paglia, illuminate con luci predisposte sulle eliche, dal lato inferiore, dando l’idea di una luce che viene dal profondo della terra.

I PARTECIPANTI

Silvana Carotenuto / Fiore Penta Faretra / Elda Martino / Pietrantonio Arminio / Laura Ruberto / Mario Festa / Maria Pia Cutillo / Vittorio Iannino / Mario Perrotta / Giovanni Panzetta / Raffaele Maglione / Antonio Di Tucci / Teresa Sarno / Roberto Granitto / Valentina Orsino / Vincenzo di Matteo / Emanuele Ricciardi / Linda Riccio / Claudio Calabritto / Francesca Costanzo / Roberto Esposito / Sandra lo Pilato / Carlo Petruzziello / Basilio Muto / Edda Canali / Egidio Iovanna / Enzo Maddaloni / Giuseppe Di Giovanni / Insite

– – – – – –  

LABORATORIO per il  PARCO RURALE dell’Irpinia d’Oriente               

2° Seminario di Architettura e Natura – Cairano 7x – 20-27 giugno 2010

Coordinamento: Federico Verderosa mob.347.3618466 verderosa@vzl.it

Obiettivo del seminario è la ricerca di una strategia chiave per un modello di sviluppo sostenibile, elaborata pensando soprattutto ai nostri consumi, al nostro circondarci di beni e oggetti e al loro tradursi in un flusso crescente di rifiuti ed emissioni nocive, attraverso innesti di nuove funzioni compatibili con gli standard contemporanei.

Temi che il seminario propone:

– il progetto del territorio: una nuova alleanza tra architettura/agricoltura/energia

– la pratica della costruzione: materiali e tecniche costruttive ecologiche

Le giornate di studio comprenderanno sessioni con brevi relazioni programmate, comunicazioni e conversazioni interdisciplinari alternate a laboratori all’interno dei quali tutti gli iscritti potranno presentare i lavori svolti e confrontarsi sui diversi aspetti dei temi progettuali proposti. La conoscenza del territorio avverrà attraverso una visita guidata alle emergenze architettoniche ed ambientali del Parco dell’Irpinia d’Oriente.

I lavori del Laboratorio confluiranno nella ‘giornata del parco’ – GIOVEDI 24 giugno (vedi programma)  con escursione paesaggistica, convegno e prima consegna ai ‘produttori di qualità’ del logo del parco

 

E ANCORA…

Cairano 7X quest’anno ospiterà una serie di azioni che, di volta in volta, si intersecheranno con l’attività dei laboratori e con gli eventi quotidiani, tutte nel segno del sovvertimento e della multidisciplinarietà.

La fotografia sarà presente con mostre di Mario Dondero, Guido Giannini, Salvatore di Vilio, Federico Iadarola, Francesco Rinaldi, Alessia Cerqua, Franco Arminio.

Pasquale Innarella terrà, per l’intera settimana un workshop musicale nel paese, interagendo con altri musicisti e con gli abitanti del paese.

Angelo Verderosa, giovedì 24 giugno, curerà ‘il giorno del parco’, idee e ragionamenti per il ‘parco rurale dell’irpinia d’oriente’; in mattinata un’escursione paesaggistica con colazione sul lago di Monteverde; nel pomeriggio, a Cairano, si incontreranno docenti, amministratori, imprenditori, studenti e produttori di qualità a cui sarà conferito il primo utilizzo del ‘logo’ del parco rurale.

Grazie al contributo dell’EPT, Cairano sarà anche luogo di avanguardia musicale con una lettura ed interpretazione audio-visiva-elettronica  dell’irpinia d’oriente oltre che con un workshow finale e di sintesi e con installazioni e concerto di  musica elettronica e video a cura di Flussi.Eu/Interferenze, nell’arco dell’evento regionale Fuoco Barocco.

La cucina di Antonio Pisaniello, che coordinerà durante tutta la settimana i cuochi dell’associazione “Mesali”, sarà la protagonista di un seminario sulla Rupe.

Avremo un ambulatorio di chiropratica a cura del dott.Luca Vannetiello.

Verrà attivato il treno irpino del paesaggio, promosso dal gruppo di lavoro in_loco_motivi  costituito da Amici della terra irpinia, osservatorio cgil avellino, rosso fisso, irpiniaturismo e irpinando

Tutta la manifestazione sarà raccontata da un regista (Michele Citoni) che realizzerà un documentario.

 

Programma degli appuntamenti

 

premessa

gli eventi qui di sotto indicati sono solo una parte delle cose che accadranno a cairano tra il 20 e il 27 giugno. gli ospiti saranno con noi per molti giorni e avranno modo di partecipare ai laboratori e anche agli incontri con altri ospiti. anche gli orari sono da intendere con molta elasticità. cercheremo di cominciare con puntualità, ma non ci sono orari prestabiliti per concludere. può capitare che un incontro duri mezz’ora e che un altro duri tre ore.  praticamente cairano 7x sarà un flusso continuo dall’alba a notte fonda. un flusso continuo ma lento, ci prenderemo lunghe pause per mangiare le straordinarie pietanze preparate dall’associazione dei cuochi irpini, ci prenderemo cura degli ospiti, ma anche di chi viene ad ascoltare. a cairano non c’è posto per gli avari e per i traccheggiatori. non ci interessa il sud che c’era e quello che c’è. vogliamo costruire un sud mai visto, mai sentito.

domenica 20

il giorno del pensiero meridiano

ore 10.00

ecrocher cairano

arrivo al paese camminando sotto la rupe

ore 17.00

salendo alla rupe

la banda di calitri

ore 18.00, chiesa di san leone

pensiero meridiano e paesologia

franco cassano, franco arminio

ore 21.00, chiesa di san leone

vezio de lucia, nora scirè, marcello anselmo, paolo speranza, stefano ventura

trent’anni e non li dimostra

la memoria dei paesi, la memoria delle persone, immagini e testimonianze dal cratere

 ore 23.00, verso la rupe

letture poetiche

stelvio di spigno, domenico melillo, adelelmo ruggieri


lunedì 21

i sogni della ragione, le ragioni della poesia

ore 12.00, cairano nord

comizio a cairano

damiano abeni

ore 17.00, cairano nord

grand tour calabrese, a sud di gomorra

conversazione con mauro minervino

ore 18.00, chiesa di san leone

città medie, piccoli paesi, ragionamenti sulla campania di oggi

isaia sales, franco arminio

modera luciano trapanese

ore 21.00, cairano nord

contro la dittatura dell’egoismo

conversazione con luca zulù,enrico capuano, adalgiso amendola

a cura di elda martino

 ore 23.00, chiesa di san leone

latta e café

un film di antonello matarazzo

interviene riccardo dalisi


martedì 22

il giorno della lucania

ore 5.00

canti dell’alba di caterina pontrandolfo

ore 5.30

andrea di consoli legge conversazione con la morte di giovanni testori passeggiando verso il cimitero di cairano

ore 11.00

paride leporace, direttore del quotidiano della basilicata, racconta il suo giornale e la cronaca in basilicata

ore 12.00

dora albanese presenta il suo libro non dire madre

 ore 17.30, chiesa di san leone

la lucania secondo noi:

conversazione con giuseppe lupo, raffaele nigro, lucia serino, antonio celano, ulderico pesce

ore 19.00, chiesa di san leone

interno sud

andrea di consoli, filippo bubbico, paride leporace

ore 21.30, cairano nord

antonio petrocelli presenta il suo libro il caratterista basilisco del cinema scaturchio e legge il monologo teatrale scritto da andrea di consoli notte spersa

ore 22.30, cairano nord

un sedicesimo di canio lo guercio

ore 23.00, cairano nord
roberto linzalone: assurdest

caterina pontrandolfo: canti della notte


mercoledì  23

il giorno delle panchine e delle virtù smarrite

ore 11.30, cairano nord

monitoresterni

incontro con luca rossomando e beniamino saibene

ore 16.30, chiesa di san leone

il contrario del sole

carlos solito e andrea gobetti

ore 18.00, cairano nord

lo spazio e lo parola

incontro con enzo scandurra

a cura di mario festa

ore 21.00, chiesa di san leone

beppe sebaste: panchine e altri oggetti smarriti

ore 22.00, chiesa di san leone

conversazione con armin linke

ore 22.00, luoghi vari

flussi eu

ore 23.00, cairano nord

gli speddhraserpi

ore 24.00, chiesa di san leone

irpinigeni, vol 1

di livia cosentino, vito rago


giovedi 24

il giorno del parco

ore 9.00

in giro per i paesi del ‘parco’;

escursione paesaggistica da cairano ad andretta, formicoso, bisaccia, aquilonia, calitri

ore 13.00

colazione al lago di monteverde

ore 16,30, sala carissanum

la terra del silenzio e della luce

idee e ragionamenti per il ‘parco rurale dell’irpinia d’oriente’

con docenti, amministratori, studenti e produttori di qualità (vedi di seguito i relatori) _  coordina angelo verderosa  348.6063901

ore 18,30, sala carissanum

conferimento dell’utilizzo del ‘logo’ del parco rurale dell’irpinia d’oriente

ore 21.00, cairano nord

canzoni e poesia

incontro con roberto vecchioni

a cura di mauro orlando

ore 23.00, cairano nord

lettere di dio all’umanità, una produzione cairano7x, università la sapienza

teatro danza con gloria pomardi e raffaella mattioli

testo di franco arminio

– – – – – –

RELATORI al convegno delle ore 16,30

(*)  interventi programmati (massimo 7 minuti ognuno):

Nicola Sorbo, pres. Ass. Citta Paesaggio, esperto di parchi agricoli

Raffaele Spagnuolo, pres. Ept

Pasquale Belfiore, Università di Napoli

Giorgio Bignotti, Holzbau sud

Antonio Vespucci, enograstronauta

Biagio Cillo,  II Università di Napoli

Paolo Bruschi, imprenditore

Franco Archidiacono, Slow Food

Donatella Mazzoleni, Università di Napoli

Agostino Della Gatta, Irpiniaturismo

Michele De Maio, Legambiente

Alberto Romeo Gentile, Regione Campania

Antonio Luongo, fornaio

Enzo Luongo, ingegnere

Vito De Nicola, Soprintendenza Avellino e Salerno

Federico Verderosa, Anab

Vittorio Iannino, architetto

Michele Di Martino, produttore di qualità

Giovanni Ventre, I giorni della Cicoira

Enzo Tenore, architetto e amministratore

Luca Battista, Amici della Terra

Elda Martino, archeologa

Studenti del Laboratorio del ‘parco rurale’

Sindaci e amministratori dei comuni del ‘parco’ :

Andretta, Aquilonia, Bisaccia, Cairano, Calitri, Conza della Campania, Guardia Lombardi, Lacedonia, Lioni, Monteverde, Morra de Sanctis, Rocca San Felice, Sant’Andrea di Conza, Sant’Angelo dei Lombardi, Teora, Torella dei Lombardi, Villamaina , Vallata e Carife.

 per aderire al programma >>> studio@verderosa.it

 

venerdì 25

comunitari e teatranti

ore 17.00, chiesa di san leone

viaggi da fermo

conversazione con angelo ferracuti

 ore 18.00, cairano nord

la comunità olivettiana presentata alla comunità provvisoria

incontro con alberto saibene

 ore 21.00, verso la rupe

giuseppina, storia di una donna

di pierluigi tortora

ore 22.00, chiesa di san leone

monologhi teatrali

di imma villa

ore 22.00, cairano nord

lampioni

pianopercutromba & domenico cipriano

ore 23.00, cairano nord

versi dalle antiche lingue dei popoli italici

gaetano calabrese, giuseppe liuccio, antonio lotierzo, salvatore salvatore

 

sabato 26

il giorno infinito

 ore 12.00, cairano nord

terre di mezzo in mezzo al mare

conversazione con iain chambers

ore 16.00, chiesa di san leone

le cetonie dorate di vincent

presentazione del libro di vito de nicola

interviene letizia gaeta

ore 17.00, chiesa di san leone

una terra spaccata

presentazione del libro di emilia cirillo.

intervengono generoso picone e mario perrotta

ore 18.30, chiesa di san leone

salvatore ritrovato: letteratura e paesaggio

ore 21.00, chiesa di san leone

mimmo scarpa: contro il buon italiano

22.30, cairano nord

cartoline dai morti, una produzione cocis, cairano 7x

regia di gianni di nardo, testo di franco arminio

ore 23.30, cairano nord

reading di alexandra petrova

ore 24.00, chiesa di san leone

la notte dei lupi

pasquale innarella, angela villa e franco ventimiglia, jim crow trio, marialuisa de prisco, folska e altri musicanti fino all’alba


domenica 27

migrazioni e memorie

ore 5.00, leggere all’alba

narratori delle montagne e altri viaggiatori

ore 11.00, cairano nord

emigrazione, emigrazioni

incontro con laura ruberto, lidia curti, francesco durante, luca sessa

0re 16.00, cairano nord

cairano-berlino: conversazione con sebastian redeke

a cura di gianni panzetta

ore 17,00, chiesa di san leone

turisti o nuovi residenti

intervengono giuseppe de mita, vicepresidente regione campania, raffaele lanni, assessore al turismo provincia di avellino, lello spagnuolo, presidente ept, franco arminio,  angelo verderosa, comunità provvisoria

ore 18.30, chiesa di san leone

antonella tarpino: geografie della memoria

ore 21.00, cairano nord

camurria

di gaspare balsamo

ore 22.00, chiesa di san leone

di mestiere faccio il paesologo

documentario e letture

mercoledì  30

avellino?

 ore 18.00

un eroe per l’ambiente

incontro-conversazione con nymmo bassey

a cura di luca battista

ore 20.30

cairano 7x 2010 ..verso il 2011

resoconti, appunti, immagini di ciò che dovrà essere

ore 21.30

narrazione – concerto

Annunci

Written by comunitaprovvisoria

2 giugno 2010 a 9:47 pm

22 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. la forza delle idee, la passione dell’amore verso le terre emerse dal mare delle affollate paludi costiere, il lavoro appassionato e la competenza di uomini e donne che GRATUITAMENTE, anzi a proprie spese stanno scavando un solco, una trincea da cui sparare sull’ esercito degli accidiosi che da sempre assedia le nostre terre. A voi tutti grazie di cuore, a voi tutti la mia stima, il ringraziamento di tutti coloro che come me ancora credono in un futuro migliore in nome di una interazione tra politica e cittadini volenterosi di sbandierare i vessilli della loro conoscenza. Un grazie particolare a Elda Martino, sempre in prima fila, sempre sotto il tiro nemico ma mai colpita, grazie alla corazza che sa indossare e che porta il nome di coraggio. Vi assicuro che nella mia vita ho incontrato pochi “uomini” che hanno le palle che dimostra di avere questa sorta di eroina comunitaria dedita al lavoro, alla fattività. Grazie a Franco Dragone, irpino illustre che con il suo contributo permette che queste cose accadano in una provincia dove si va solo a caccia di “contributi”, grazie a Franco Arminio ed al suo animo nobile, grazie al sindaco ed alla pro loco, grazie a Pisaniello … grazie a tutti coloro che fanno si che questa manifestazione continui … grazie anche a Giuseppe De Mita, vicepresidente della giunta Regionale e assessore al turismo, la sua presenza innalza ancora di più lo spesore della manifestazione. A tutti arrivederci a Cairano.

    giovanni ventre

    26 maggio 2010 at 9:28 am

  2. Causa partite dell’Italia al Mondiale Sudafricano, suggerirei una piccola variazione d’orario in queste giornate :

    DOMENICA 20 GIUGNO (Alle 16.00 c’è Italia-Nuova Zelanda)
    Per cui farei slittare il tabellone così:
    Ore 18.00 ( e non 17.00) Salendo alla Rupe
    Ore 19.00 ( e non 18.00) Chiesa di San Leone Pensiero meridiano e Paesologia

    GIOVEDI’ 24 GIUGNO (Alle 16.00 c’ è Slovacchia-Italia)

    Ore 18.00 ( e non 16.30) Sala Carissanum: La terra del Silenzio e della Luce

    Ore 20 ( e non 18.30) Sala Carissanum : Conferimento del logo del Parco rurale dell’Irpinia d’Oriente

    Insomma due piccoli slittamenti d’orario per consentire agli appassionati di non mancare né le partite dell’Italia né gli eventi in programma.

    Tutto il resto va bene.

    Salvatore D'Angelo

    26 maggio 2010 at 9:57 am

  3. caro salvatore
    ho scelto giorno e orario proprio in funzione della partita

    chi partecipa al ‘giorno del parco’ qualche sacrificio lo deve pure fare
    (magari si porta la radiolina che faceva incavolare le fidanzatine nei cinema la domenica pomeriggio)

    verderosa

    26 maggio 2010 at 3:40 pm

  4. Angelo, mi meravigli!…tu che sei così razionale nel programmare tutto…ciò che dici è valido quando non c’è alternativa, diversamente invece…. Su, mettete un televisore nella sala calissanum e che si dia inizio il convegno alle ore 18.00 .

    Salvatore D'Angelo

    26 maggio 2010 at 6:06 pm

  5. “L’Associazione Comunità RNCD

    http://www.radunonazionaleclowndottori.org

    articola la sua presenza a Cairano7x in due momenti differenziati nel tempo ma unitari nello spirito del tema del laboratorio “SOTTOSOPRA”.

    “Per sovvertire (con una sana follia); per capovolgersi (saper cadere e rialzarsi); per mettersi in discussione (nel mettersi in gioco); per lasciare un segno (un naso rosso); una traccia (un sorriso); una storia (che si prenda cura di noi stessi e degli altri)” … attraverso un “viaggio” …”Alla ricerca del tuo Clown …ma se trovi qualcos’altro va bene lo stesso!” (titolo del laboratorio clown: max 14 partecipanti; aperto ai cittadini di Cairano e Comunitari Provvisori, da 18 a 115 anni).

    Questo primo momento sarà svolto dal 12 al 15 giugno dalle ore 9,00 alle 18,00 (nei due giorni) con un laboratorio dal titolo “ALLA RICERCA DEL TUO CLOWN …MA SE TROVI QUALCOS’ALTRO VA BENE LO STESSO!” per un totale di 36 ore (sarà rilasciato attestato di frequenza) in locali che saranno messi a disposizione della Pro-Loco di Cairano.

    SI INVITANO I PRIMIS I RAGAZZI RESIDENTI A CAIRANO, NEI PAESI VICINI, COMUNITARI PROVVISORI E NON A PRENOTARSI IN TEMPO UTILI PER PARTECIPARE AL LABAORATORIO CHE SARA’ OFFERTO AGGRATIS, PERCHE’ IL NUMERO E’ CHIUSO A MAX 14 PARTECIPANTI DI ETRA COMPRESA TRA I 18 ANNI E 115 (QUEST’ULTIMI SE ACCOMPAGNATI DAI GENITORI).

    PER PRENOTARSI INVIAREUN EMAIL A:
    info@radunonazionaleclowndottori.org

    ENTRO E NON OLTRE IL 10 GIUGNO 2010

    Il secondo momento prevede un interazione clownesca giocosa con i cittadini di Cairano nel corso dell’evento stesso dal 21 al 27 giugno e con le altre esperienze e storie.

    Protagonisti speriamo che potranno essere anche i partecipanti al labaoratorio del 12 al 15 giugno e che così potranno mettere in “gioco” il proprio clown. Gli stessi chiaramente saranno affiancati da altri clown più esperti della Comunità RNCD.

    Il clown è poesia fatta persona.
    INFO E PRENOTAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE AL LABORATORIO:

    info@radunonazionaleclowndottori.org

    e Pro-Loco Cairano (AV)

    Nanosecondo
    Presidente Associazione Comunità RNCD
    +39 338 4122630

    Nanosecondo

    26 maggio 2010 at 9:55 pm

  6. GRAZIE GRAZIE a Franco, a Lillino, a Elda e a TUTTI, saluti sannitici vigorosi, G.Calabrese.

    Gaetano Calabrese

    26 maggio 2010 at 10:12 pm

  7. Perche´non convogliare le persone o i politici che saranno presenti alle 17.00 nella chiesa di s. leone gia´ alle ore 16.00 nella relazione che fara´Sebastian Redecke su CAIRANO-BERLINO. Sarebbe un´ottima occasione di confronto e si innesterebbe sull´ intervento successivo: TURISTI E RESIDENTI. Spero che lo si tenga conto.

    giovanniluigipanzetta

    27 maggio 2010 at 12:41 pm

  8. PER L`ISCRIZIONE AL LABORATORIO:Strade romane e topografia del territorio irpino tra la fine della Repubblica e l´alto Impero di GIANNI PANZETTA ED ALESSIA
    CERQUA contattare la Mail p.giovanniluigi@yahoo.it
    GRAZIE!

    giovanniluigipanzetta

    27 maggio 2010 at 12:47 pm

  9. pullula, come polline il nettare delle nostre menti si dirige a Cairano, un consiglio agli allergici … attenti … vi sensibilizzeremo e Vi faremo starnutire fino all’inverosimile … Cairano è la casa del fare !!! Cairano è l’alveare che produce miele dolcissimo capace di lenire l’amaro fiele che caratterizza l’alito degli accidiosi, Cairano è l’acqua sgorgante che trascina a valle il fango untuoso di coloro che continuano a sguazzare nella mota per riuscire a pescare questo o quell’incarico.
    Grazie a tutti voi che state lavorando perportare a Cairano la speranza di una Irpinia migliore

    giovanni ventre

    27 maggio 2010 at 2:17 pm

  10. La verde IRPINIA – 1951
    Pellegrinaggio d’amore attraverso le contrade della terra Irpina perchè se ne rianimi il ricordo nei suoi figli lontani.

    http://www.archivioluce.com/archivio/jsp/schede/videoPlayer.jsp?tipologia&id&physDoc=3229&db=cinematograficoDOCUMENTARI&findIt=false&low&section=%2F

    Agostino

    27 maggio 2010 at 9:19 pm

  11. La nostra associazione
    Comunità RNCD
    quest’anno articola la sua presenza nell’evento di CAIRANO 7X 2010…..

    http://radunonazionaleclowndottori.blogspot.com/2010/05/cairano-7x-anno-2010.html

    Nanosecondo

    27 maggio 2010 at 9:36 pm

  12. devo inserire un paio di cose che mi sono sfuggite. provvedo entro domenica
    importante che il programma cominci a girare.

    arminio

    28 maggio 2010 at 12:16 am

  13. franco hai ricevuto il messaggio sul tuo indirizzo gmail? cmq ti rimando i link ai due lavori di francesco colangelo, il regista di Bovino di cui ti parlai ad Avellino:

    ho anche reperito la puntata integrale di Report del
    16 marzo 2003 dedicata in gran parte al terremoto dell’Irpinia: http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90129,00.html

    marco bottigliero

    28 maggio 2010 at 8:51 am

  14. Grazie Agostino per aver mandato in rete il vecchio documentario Incom del 1951. Conoscere i “nostri” luoghi prima delle varie “distruzioni” è molto importante. Fammi sapere quando trovi altri “reperti” così utili, specialmente per me. Grazie, un abbraccio.Edda

    Edda Canali

    29 maggio 2010 at 9:11 am

  15. M’è piaciuta la scelta (e la determinazione) di Angelo.

    vittorio

    29 maggio 2010 at 5:51 pm

  16. ho appena spedito a luca e ad angelo
    il programma con alcune modifiche e integrazioni. il programma è stato messo qui proprio per essere emendato. cairano 7x è anche un esempio di democrazia…

    Arminio

    31 maggio 2010 at 11:15 am

  17. scusate se rubo uno spazio. volevo solo ringraziare edoardo spagnuolo e giovanni ventre per la splendida inaugurazione che si è testè tenuta a castelveltere: un angolo suggestivo all’aperto con musiche trascinanti e la tipica magnata irpina incredibile per quantità e qualità…zero comunitari presenti. sarà, ma la mia visione della vita vorrebbe che quando uno dei venti, trenta comunitari incalliti invita a un evento, gli altri ventinove, salvo rotture della macchina durante il cammino o lutti improvvisi, siano puntuali come tanti orologi svizzeri…ma è la mia personalie visione della vita che non voglio propinare a nessuno, per carità

    sergio gioia

    1 giugno 2010 at 10:27 pm

  18. i miei complimenti per il lavoro fatto ed un grande in bocca al lupo agli organizzatori!

    michela

    4 giugno 2010 at 8:17 am

  19. A est di nessun ovest.

    Irpinia Libera

    5 giugno 2010 at 7:25 pm

  20. non vedo l’ora di esserci. grandi impegni. grandi prospettive. grandi lavori. però non trovo il nome di Donato (Salzarulo). mi è forse sfuggito? assieme abbiamo preparato un intervento (recitalmusicalcantando)da proporre il 26 prima della notte dei lupi.

    Franco Ventimiglia

    6 giugno 2010 at 2:58 pm

  21. agostino

    8 giugno 2010 at 8:25 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: