COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

DUE POESIE DI STEFANO LEONI

A TRATTI IMPOETICO
 

di Stefano Leoni

  

  

  

  

  

  

 

 

 

La ragazza è uno spacco di stoffa sul ventre
dietro un muro di vetro sugli occhi
gira il volto alla luce del giorno e non crede
alla gente che corre, alle rate ingrossate.
La ragazza è un cerchio d’argento che sboccia
nei sorrisi tra i denti, nel suo cielo compresso.
Io sono solo un cuore di rame, un apostrofo,
eliso dal viola del suo smalto brillante.
La ragazza è una cupola dolce di vetro
un cristallo, aspettando il suo turno di luce.
io sono un vecchio che passa, mi pare,
che le taglia lo sguardo.
È una questione di incanto e disincanto
di come si regge il vento
la ragazza è una foto di profilo
nella furia dell’aria, indifferente
al mio passo affrettato
 
*

 
 

 

 

 

 

 

 

Abitare è sempre una rinuncia
dico alle tende, al divano, alle piccole cose
lasciate a limitare il vuoto.
E’ sempre stato necessario ripararsi,
sfuggire.
O scegliere una grotta e separarsi
anche quando in cielo c’erano le stelle
per poterci sentire sufficienti mai,
mai gli occhi colmi di luci.
 

(Da BASSE VERTICALI, Kolibris Edizioni Bologna2010- Postato da Francesco Marotta il 31 maggio 2010 in LA DIMORA DEL TEMPO SOSPESO, WordPress.com)

Immagini dal blog minimalismi letterari e dintorni controvento http://nataliacastaldi.wordpress.com)

Annunci

Written by soter54

2 giugno 2010 a 9:57 pm

Pubblicato su AUTORI

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Occhi colmi di petrolio incatramato su ali e coralli. Che ne resta dietro ai nostri occhi?
    Una tenda a limitare il vuoto dentro di noi..
    Una grotta senza stelle illuminate dalla nostra sufficienza.
    Scegliere?
    Di non prevedere nessuna contromisura in caso di guasti alle tubature? Forse si pensava che bastasse un idraulico o forse non si pensava ad altro se non ai liquidi di quel pozzo, soprattutto se non sprecati in misure di sicuarezza o in controlli accurati..
    ..gira il volto alla luce del giorno e non crede[re]
    alla gente che corre..

    iside

    3 giugno 2010 at 2:16 pm

  2. Bellissime poesie

    iside

    3 giugno 2010 at 2:17 pm

  3. Trovo con piacere due miei testi su questo sito e ringrazio per l’ospitalità.
    Ringrazio Iside per il commento e l’apprezzamento.
    Stefano

    Stefano Leoni

    4 giugno 2010 at 10:52 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: