COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

UNA QUESTIONE LOCALE

metto qui un volantino che ho affisso oggi al mio paese. essere della comunità provvisoria significa innanzitutto essere delle sentinelle contro le devastazioni del nostro territorio.

armin

La bellissima piazza del Convento, uno dei luoghi più suggestivi dell’Appennino meridionale, fra qualche mese sarà corredata di un depuratore. L’idea è dell’Amministrazione Comunale che ha deciso di realizzare in località “piano dell’aglio” la struttura che serve a depurare gli scarichi provenienti dalle fogne del centro storico. È un’opera necessaria ed è scandaloso che per tanti anni non sia stata finanziata, ma è assolutamente infelice l’idea di posizionarla a cento metri in linea d’aria dalla piazza simbolo del nostro paese. Si parla tanto di creare turismo e poi si compie un simile oltraggio. Anche se l’impianto non dovesse emanare cattivo odore, comunque sarebbe danneggiata la qualità dell’aria. Si va sul Convento proprio per godere dell’aria salubre. E quella piazza è bellissima perché offre la visione di un paesaggio incontaminato, che spazia dalle nostre terre fino alla nuca sassosa del Gargano. Evidentemente tutto questo non è stato considerato dai nostri amministratori.

I lavori sono iniziati da poco, si fa ancora in tempo ad interromperli e a trovare un altro sito. Nel paese che ha combattuto per anni contro la discarica sul Formicoso (e il pericolo non è per niente scongiurato) non possiamo procurarci adesso questo danno con le nostre mani. Chiedo al Sindaco di procedere immediatamente all’interruzione dei lavori. Tra l’altro, il progetto non prevede alcuna sistemazione dell’area per ridurre l’impatto visivo. La progettazione è dell’architetto Troncone di Avellino, lo stesso che ha realizzato la squallida piazza in quel che fu Largo Campanile Vecchio. Bisaccia è ancora assai bella, nonostante gli scempi provocati da trent’anni di cattive amministrazioni. È il momento che i cittadini si rendano conto che il nostro è un grande paese e merita politiche di alto profilo.

P.S

Appare discutibile anche il comportamento dell’Amministrazione riguardo alla chiusura ormai certa del nostro ospedale. Sui giornali viene annunciato l’inizio di una raccolta di firme (ne sarebbero stare raccolte già 250) per indire un referendum per lasciare la Campania. In realtà al momento non è stata avviata alcuna raccolta. Speriamo che almeno su questo gli amministratori si decidano a concretizzare le forme di protesta più volte annunciate. È in gioco la credibilità di tutti noi.

Annunci

Written by Arminio

5 agosto 2010 a 4:31 pm

Pubblicato su Franco Arminio _

Tagged with , ,

10 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Lo dico per averlo scoperto da poco grazie al vostro blog: piazza del convento è veramente un lungo unico per panorama e geometria, vale da sola la visita in irpinia.
    Non alterate quella magia!
    claudio

    cacioman

    5 agosto 2010 at 5:57 pm

  2. oggi ho dedicato tutta la giornata alla questione. in mattinata avevo altre idee, poi mi faccio dirottare dall’indignazione. non si può andare avanti così

    Arminio

    5 agosto 2010 at 8:28 pm

  3. Caro Franco, sono con te, contro coloro che vogliono a tutti i costi imbrattare i bei disegni della natura con scarabocchi assurdi. Alcuni architetti meglio farebbero a recarsi a Canossa …

    giovanni ventre

    6 agosto 2010 at 10:56 am

  4. Bene David ci vediamo a Bonito

    Mauro Orlando

    6 agosto 2010 at 2:36 pm

  5. oggi abbiamo detto al sindaco che il depuratore così come è stato concepito è vecchio e inutile, oltre che molto costoso. non è dunque solo una questione di bellezza oltraggiata. è che negli uffici tecnici dei nostri comuni dimora gente poco aggiornata.

    Arminio

    6 agosto 2010 at 6:15 pm

  6. Bisaccesi, seguite Franco Arminio in questa battaglia. Per chi di Bisaccia non è, ma ha visto i luoghi “incriminati”, quest’opera così come viene proposta è davvero un vero e proprio oltraggio.

    Salvatore D'Angelo

    6 agosto 2010 at 11:17 pm

  7. Ho potuto vedere con Franco il luogo scelto per il depuratore. Solo un “miope” può non rendersi conto che dalla terrazza panoramica si gode una delle visuali più belle della Campania, verso la Puglia. Il depuratore -se di vecchia generazione come sembra- potrà sicuramente “allietare” la visione del panorama con odori ed aereosol di indimenticabile qualità.

    Nemmeno è accettabile -come propone qualche tecnico- la possibilità di poterlo, più o meno, “mascherare”. Non è possibile nel nuovo millennio risolvere tutto nascondendo lo “sporco di casa” sotto il tappeto.

    Le nuove tecnologie permettono una migliore realizzazione e gestione dell’impianto ed evitano di costruire qualcosa che sulla “carta” ha un effetto e sul territorio -spesso- un altro.

    mario perrotta

    mario perrotta

    7 agosto 2010 at 8:04 pm

  8. la gente ha paura di mettersi contro i sindaci. ne parlano male, ma in maniera clandestina. c’è sempre l’idea che potrebbero venire utili per qualche favore.

    Arminio

    7 agosto 2010 at 8:53 pm

  9. caro franco se dal depuratore davvero verranno cattivi odori allora dobbiamo impedire che venga fatto, senza se e senza ma. mobilitazione permanente quotidiana

    sergio gioia

    8 agosto 2010 at 12:48 pm

  10. Si può condividere o no un’opera, depuratore o piazza che sia, ma l’attacco presonale al singolo professionista (sia ora l’arch. Troncone, sia chiunque altro) mi sa tanto di “paesanismo”, altro che paesologo……

    panza piena

    10 agosto 2010 at 5:50 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: