COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

brunetta

la prossima volta che brunetta viene a sud lo facciamo prigioniero e lo rieduchiamo. il sud ha il tarlo delle mafie e delle camorre, ma il nord ha molti motivi per vergognarsi, a partire da brunetta.

Annunci

Written by Arminio

12 settembre 2010 a 9:07 am

Pubblicato su AUTORI

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Chiamami, spero di essere nei paraggi,….ti darò una mano. Quanti, quanti sarebbero da fare prigionieri e rieducare a cominciare dagli elettori PDL, specialmente dai “fanatici berlusconiani” e dagli “amici degli amici”. Resistere, reistere, resistere. Un abbraccio. EDDA

    Edda Canali

    12 settembre 2010 at 9:54 am

  2. Ottima idea. Lo rieduchiamo con un concerto armonico di pernacchie, alla maniera eduardiana….sennò chi lo regge questo ridicolo sciacalletto pronto a gridare all’attentato di “lesa democrazia”! Questo vigliacchetto che scopiazza da uno studioso inglese la sua tesi di laurea e poi, falsario e fannullone, becchino del “socialismo” al pari del suo sodale Sacconi, pontifica e mopraleggia in maniera ignobilmente strumentale sui “fannulloni”. Toh, proprio come l’altro ,”Sotuttoio Tremonti”, beccato col….sangue tra le mani: nel giorno in cui attaccava ignobilmente la legge 626 -quella sulla sicurezza sul lavoro – morivano altri quattro operai. Tre a Capua e uno nel Bresciano….sul lavoro, naturalmente. E questi sono “solo”i casi di cui la cronaca è costretta a parlare….perchè tanti altri sono coperti da “incidenti stradali “domestici” o non se ne parla proprio….

    Salvatore D'Angelo

    12 settembre 2010 at 12:42 pm

  3. diciamo pure che la nostra è una democrazia criminale…..
    domani siamo ad avellino.
    i comunitari si devono dare una mossa….

    Arminio

    12 settembre 2010 at 1:58 pm

  4. Per il futuro si spera di avere avversari migliori degli attuali “servi,nani e ballerine” e nemici meno vigliacchi e violenti dei vari apparati di criminalità organizzata e connivente con politici interessati.Noi vogliamo pensare e praticare una democrazia molto difficile e complessa.Sappiamo che si può insegnare non la democrazia ma l’adesione e la pratica della democrazia
    Si può insegnare non che cos’è la democrezia ma ad essere democratici.Ad asumere la democrazia come ideale e virtù da tradurre in pratica.In piccolo nella Comunità provvisoria non sempre questo è facile e semplice…..

    Mauro Orlando

    12 settembre 2010 at 5:49 pm

  5. …si può insegnare ad essere democratici…. Come ben sappiamo, non sempre i professori sono ascoltati….!Insistere, insistere, insistere…con leggerezza. Buon lavoro. Edda

    Edda Canali

    12 settembre 2010 at 9:37 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: