COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

l’astro incappucciato

non è possibile

che sia questa la vita che riusciamo a fare.

la vita è fuori, è sgomento e avventura

non è appendere i coglioni alle grate

di questa clausura.

bisogna esplodere

per toccare il nodo, l’unghia di vetro il cane nero,

la melma fossile, la caldaia, il pozzo profondo,

l’incendio che può bruciare in un attimo

la paglia delle parole,

la paglia della mente e del mondo.

bisogna esplodere

perché il nostro corpo è già una fiamma,

una succursale del sole,

un piccolo astro incappucciato.

armin per gli amici comunitari….

Annunci

Written by Arminio

5 ottobre 2010 a 8:30 am

Pubblicato su AUTORI

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Insieme agli altri, trovare il bandolo della miccia.

    Michele Citoni

    5 ottobre 2010 at 5:38 pm

  2. …miccia lunga e a lenta combustione…perchè la deflagrazione sia forte e contagiosa. Naon c’è altro.

    bella poesia, bella e rabbiosa. Ci sta e ci voleva.

    Salvatore D'Angelo

    5 ottobre 2010 at 9:00 pm

  3. solo per precisione:
    – la miccia a lenta combustione porta solo calore; serve un detonatore per l’innesco;
    – una deflagrazione ‘forte’ è una detonazione;
    – una detonazione è effettivamente ‘contagiosa’: può innescare altre detonazioni a (breve) distanza – come usa dire in esplosivistica – ‘per simpatia’….

    paolo

    6 ottobre 2010 at 10:27 am

  4. Franco, ho postato questa poesia oggi sul mio blog. C’è un bel commento francese, se vuoi leggerlo vai su http://www.acapofitto.splinder.com

    Salvatore D'Angelo

    7 ottobre 2010 at 6:04 pm

  5. molto bella…complimenti…

    annunci personali

    23 ottobre 2010 at 10:34 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: