COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

terremoto/2

verso mezzanotte

verso sant’angelo rotolando sulla luna

per finire davanti ai ragazzi impolverati e stesi

sopra un marciapiede.

non ricordo adesso come mi sentivo

ma quando abbasso gli occhi a volte

li ritrovo.

 

armin

 

Annunci

Written by Arminio

12 novembre 2010 a 10:46 am

Pubblicato su AUTORI

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ecco ,armin, dove ti ho visto ,verso quella mez zanotte al chiardiluna piema di un ventitre no vembre stra maledetto di trentanni orsono, sul marciapiede accanto al monumento ai caduti del mio paese di fronte all’unico palazzo rimas to in piedi(palazzo sco lastico con annesso lice o classico ginnasiale) una polvere bianca ad dosso ai superstiti, lamenti richieste di aiu to provenivano dalle macerie che seppelliva no morti morenti e fe riti! Un’immagine indi menticabile! L’apocalis se è una profezia al confronto con quella realtà di una notte che ha segnato l’esistenza di tutti noi superstiti. Ciao Franco.GRAZIE!
    Rocco Quagliariello

    Rocco Quagliariello

    12 novembre 2010 at 1:02 pm

  2. non dimentichiamoci mai che prima degli scandali della ricostruzione c’è stato il crimine di stato dovuto al ritardo dei soccorsi.
    tanta gente si poteva salvare. spero che nelle commemorazioni dei prossimi giorni si abbia la decenza di ricordare questo fatto.

    Arminio

    12 novembre 2010 at 1:15 pm

  3. giusto, caro Franco, sarebbe bello se si potesse veramente ricordare chi è rimasto ore ad aspettare sotto terra, sotto il cemento. quella è la voce che si dovrebbe ascoltare.
    e questa tua bellissima poesia proprio di questo dice, del dolore e della vergogna e della compassione profonda per quei morti.
    grazie
    e.

    eldarin

    12 novembre 2010 at 1:59 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: