COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

la perfetta letizia

oggi la scuola di paesologia è stata una giornata di perfetta letizia. teora, calabritto, senerchia, quaglietta. l’ultima tappa l’abbiamo dedicata al borgo restaurato mirabilmente da angelo verderosa.

immagino che qualcuno degli allievi scriverà qualcosa sulla giornata.

domani si replica sui contrafforti della baronia. l’appuntamento è alle undici a trevico. credo che saremo pochi, ma la formula è felice e va bene così.

armin

p.s.

forse c’è ancora tempo per organizzare una giornata della comunità provvisoria per il trentennale. magari a cairano, proprio il 23 novembre. fatemi sapere.

 

Annunci

Written by Arminio

13 novembre 2010 a 9:50 pm

Pubblicato su AUTORI

12 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ritengo che oramai per le celebrazioni del tren tennale i giochi siano fat
    ti. Iniziative a macchia di leopardo sul territo rio irpino ,compreso il capoluogo, ci manca qualche evento nella città flegrea e stiamo a posto. Zamberletti sarà al mio paese, salvato dal pubblico ludibrio da una commissione parla mentare di inchiesta scandalosa. Sul piano umano provo compas sione, sul piano gestio nale fu un vero furto di risorse economiche al le aree disastrate. Per ascoltare le poesie scel te da armin si può pen sare ad una giornata dedicata in un luogo speciale. Il Goleto ad esempio. Affettuosità. Rocco Quagliariello

    Rocco Quagliariello

    13 novembre 2010 at 10:06 pm

  2. grazie per le fotocopie e la cioccolata….

    arminio

    13 novembre 2010 at 10:29 pm

  3. Peccato non esserci potuto stare!

    luciano

    13 novembre 2010 at 11:50 pm

  4. Ho compreso definitiva mente il tuo valore, ora ti voglio bene diversa mente e più di prima, ti ammiro come artista, come poeta, come scrit tore,come paesologo, come amico leale.
    La tua diversità ho sapu to interpetarla con il fervore sessantottino e la granitica fede del con cilio vaticano secondo. Uno sforzo possibile al la mente ed al cuore , ho compreso che rappresenti la “pancia” del nostro territorio con incessante passione ci vile fino allo sfinimento. Questo è un merito,non un difetto. Un forte abbraccio Rocco

    Rocco Quagliariello

    14 novembre 2010 at 3:20 am

  5. Per il terremoto si è ancora in tempo per proporre qualcosa, un incontro povero, una semplice riunione di persone, un appuntamento…perchè il terremoto secondo me deve essere ricordato da un evento “debole”, sono del 1984…non conosco il terremoto

    Michele

    14 novembre 2010 at 3:01 pm

  6. La giornata del 23 novembre,al solito avrà una doppia faccia. Una , forse pomposa o paludata che dir si voglia, fatta dalle presenze istituzionali e politiche. Un’altra , quella vera , fatta dal dolore profondo delle persone che trent’anni fa, pur casomai rinascendo a nuova vita perchè tirate fuori dalle macerie, piangono anoora chi invece sotto quelle macerie non ce l’ha fatta.
    Tra le due strade, una pubblica visibile gridata e l’altra intima privatissima – con Amici della Terra-abbiamo tentato di proporre un sentiero di mezzo, percosì dire. Sarà con noi per tutta la giornata Michele Citoni: proietteremo il suo lavoro collettivo Terre in Moto, un bello e credibile film documentario; nella scuola media di Senerchia alle 10 di mattina, alle 18,00 nel comune di Bonito ed alla sera alle 21,30 ad Avellino,in un locale pubblico, il Masà Dinner Club. Un posto che abitualmente accoglie amici per divertirsi; per una sera accoglie amici per vedere, capire,stringersi anche un pò nel ricordo e nella forza proiettiva del futuro. Spero che i comunitri ed i lettori di questo blog possano rispondere con la loro presenza. Così come possano essere presenti prima della proiezione del film di Michele Citoni, alle 19,00 Capriglia Irpina (10 minuti di auto da Avellino). Dove sempre nel Bar della Piazza,trenta minuti per ascoltare la “Voce del Terremoto” con un delicato recital musicle del nostro chansonnier Paolo De Vito , tra musica e poesia.
    Ringrazio già da ora chi vorrà partecipare.
    p.s. il programma è in un post precedente su questo blog intitolato Sisma 80 …

    luca b.

    14 novembre 2010 at 5:05 pm

  7. It was a real pleasure to meet you all yesterday.
    I had a great time around the different villages and got a good insight of how some things have developed (or not) since 1980. I’ve only just returned to Italy, after over 30 years, so I have a lot to catch up with, but I will. Gaetano is a very interesting and unique character, a powerful and passionate poet. Loved his reading of his latest poem, very emotional moments.
    Let me know about the 23rd of Nov. I’ll be there. Fatemi sapere del 23 Nov, ci sarò.
    Ciao G.

    Giuseppe 'O 'Nglese Pisano

    15 novembre 2010 at 2:26 am

  8. Vouléz vous parler avèc moi? N’est pas possible, je vous prie accépter mes sentiments les meilleurs. D’au rien!!! Nous sommes arrivées à la fruite sèche,…………. après le dessert!!
    Et voilà. RQ.

    Rocco Quagliariello

    15 novembre 2010 at 6:35 am

  9. @ RQ.
    Forse ho sbagliato ad esprimermi nella mia ‘madre’ lingua! E che in Italiano non sono ancora a mio agio.
    Comunque……….
    L’avanzamento dell’umanità è dovuto più che altro allo sforzo della stessa di immaginare oltre e di non limitarsi a niente. L’uomo per ora riesce solo a sfruttare più o meno il 3% della capacità del suo cervello. Il prossimo 0,0000001% avverrà soltanto con una mente aperta a tutto e a tutti. A volte bisogna solo provare! G.
    P.S. Spero che la tua frutta secca non abbia avuto effetti troppo lassativi. G.

    Giuseppe 'O 'Nglese Pisano

    16 novembre 2010 at 3:45 pm

  10. il fatto è che le manifestazioni di esibizionismo, quantunque di “madre lingua” non sono un indicatore di salute mentale e di armonia cenestesica, voglio dire equilibrio sintagmatico oltre che omeostatico.
    rappresentano piuttosto segnali di megalomanìa regressa, arresto dello sviluppo dell’Io.
    Anche nostri carissimi affettuosi amici che vivono in california, partiti da Cairano, scrivono sul blog comunitario in lingua italiana, la lingua di dante alighieri, al limite in madre lingua latina ecclesiastica… della madre lingua anglofila, delle tre “i” berlusconiane: internet, imprenditoria, inglese… non sappiamo proprio cosa farcene.
    Quanto alla frutta secca , essa fa bene , viene consigliata in tutte le diete non amerikane, bensi’ mediterranee, aiuta a superare la pigrizia intestinale non crto ad ottenere scopi lassativi. Per questi ultimi basta il solletico col prezzemolino e la suppostina di glicerina, quotidianamente assunta.
    Con viva cordialità La mia mente è sin troppo aperta. Io preferisco ‘O francais, pardon francese. Sia chiaro
    Rocco Quagliariello

    rocco quagliariello

    16 novembre 2010 at 4:39 pm

  11. @RQ

    Per una delle poche volte mi trovo in completo accordo con Berlusconi.

    ‘It is not the strongest of the species that survives, nor the most intelligent that survives. It is the one that is the most adaptable to change’.
    (Charles Darwin)
    Te la traduco così non ci sono equivoci….
    ‘Non è la più forte della specie che sopravvive, nè la più intelligente che sopravvive. E’ quella che si adatta di più al cambiamento’. (Charles Darwin).

    Tu sarai indubbiamente elevatamente intelligente, intelletuale e dunque ‘secchione’, ma da quello che riesco a leggere ed intuire, questo ti ha portato anche ad un elevatissimo livello di ‘assholism’ (intraducibile), e non solo, ma anche molto ‘dull and boring’.
    GYP.

    Giuseppe 'O 'Nglese Pisano

    24 novembre 2010 at 12:01 am

  12. Egregio amico del commento precedente “ore 00.01” odierne, solo il gestore del blog comunitario è riuscito a fare meglio di Te!!! postando, dopo la settimana di silenzio ,alle ore 00.00l odierne un post notevolmente più lungo e contenutisticamente ,a mio avviso, più utile nell’economia generale del blog.
    Comunque sei riuscito ad inviare il primo commento “esterno”, dopo la pausa riflessiva, e questo la dice lunga sull’importanza che attribuisci alla mia modesta persona quantunque erudita ed acculturata.L’ironia e l’autoironia si fanno preferire alla stucchevole malinconia ed anche alla saccenteria.
    Ti ringrazio e cordialmente saluto. R.Q.

    rocco quagliariello

    24 novembre 2010 at 9:45 am


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: