COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

ANTONELLA

_una poesia di MONIA GAITA  

Antonella,

lo so quel che signìfica recìdere le véne alle radici

e reclutare mano d’òpera di fòrza e di reazióne necessària e rediviva

nel cammino.

Non è per rappresàglia contro chi non ti aiutò che andasti fuòri,

ma fu il caràttere corsivo regolare d’ un lavóro piantasémi

a sciògliere il cortèo dell’indeciso

lungo le còstole di pèttine appuntite del partire.

 Adèsso è vuòto l’Arco e ai lati della bócca zenitale

ha pièghe tristi,

méntre poltrisce pigraménte tutto il giórno

e pioggerèlla aurìcole di suòni a bassavóce

sulla teùrgica calcina in fili d’èrba e smussi d’ère

delle piètre.

Antonella,

eppure la città con il modèrno che si slémba

non è la stéssa cosa

e tu conósci bène la sortita d’artifìci montagnósi

che le inségne sciolìnano sui muri capo a capo

e le slacciate scarpe di un’identità sloggiata

da ciò che ti apparténne e a cui ancóra appartièni,

fórse òggi più di ièri

che nello sciòpero a singhiózzo monorimo dei tuoi òcchi

da me tròppo lontani,

calo un sipàrio di presènza diamantata a pièno péso

e sciòlgo i mùscoli allo scodìnzolo lampante, mai pròssimo a morire,

del tuo comùnque èsserci

óltre il perforatóre a gètto dei chilòmetri,

nella zimarra al caldo di tisana lunghisórsi

d’un sorriso.

Arco: è l’arco in località Magliano di Montefredane che bisogna percorrere per arrivare alla casa di Antonella    aurìcola: s.f. Pianta delle primulacee che si coltiva anche nei giardini   con il modèrno che si slémba: con il moderno che appare guasto e senza armonia, che si sfalda e si corrompe    sciolìnano: spalmano  scodìnzolo: agitarsi simile a uno scodinzolìo    zimarra: s.f. sopravveste maschile(16°sec.) di ampiezza notevole, talvolta foderata di pelliccia

Annunci

Written by A_ve

21 dicembre 2010 a 10:42 am

Pubblicato su AUTORI

Tagged with ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: