COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

a materdomini

il 29 dicembre ci vediamo a materdomini. l’invito è rivolto anche a chi non ha mai partecpato agli incontri della cp.

il programma è questo:

ore 12.00 visita alle sorgenti del sele, appuntamento a caposele

ore 13.00 pranzo comunitario presso il ristorante settebello dell’amico luciano malanga

ore 15.30 parlamenti comunitari sull’anno che verrà…..

ore 17.30 presentazione di cartoline dai morti

 

p.s.

si prega gli amici di indicare espressamente la propria partecipazione. è bene che luciano sappia per tempo, diciamo entro il 27, per quante persone deve preparare il pranzo. non credo sia il caso di indicare qui la quota di partecipazione. il menù terrà conto che non possiamo ingozzarci oltremodo….

la locandina riprende quella realizzata da salvatore di vilio per l’incontro a succivo….

armin

 

 

 

Annunci

Written by Arminio

22 dicembre 2010 a 2:24 pm

Pubblicato su AUTORI

45 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. costretto a letto da una improbabile e fastidiosissma influenza….farò di tto per essere in Irpnia dopo Natale.Ovviamnete e con piacre sarò a materdomini.
    mauro

    mercuzio

    22 dicembre 2010 at 3:41 pm

  2. alzati e cammina!

    Arminio

    22 dicembre 2010 at 3:43 pm

  3. Vengo solo se mangio a ufo.
    E poi, Tu, non moltiplichi gratis?

    paolo

    22 dicembre 2010 at 4:50 pm

  4. ci sarò, non foss’altro che per riabbracciare Mauro!Per tempo farò sapere quanti saremo da qui.

    Salvatore D'Angelo

    22 dicembre 2010 at 6:34 pm

  5. secondo me le adesioni al pranzo di materdomini sono un evento politico…..
    tenete conto che le sorgenti del sele non è che si possono vedere tutti i giorni

    arminio

    22 dicembre 2010 at 9:47 pm

  6. sì, ci sono. pure sulla locandina…

    eldarin

    22 dicembre 2010 at 11:03 pm

  7. pure io confermo la presenza alla conviviale da luciano settebello materdomini caposele , posti riservati a mio carico numero due,grazie >Franco a prestissimo Rocco

    rocco quagliariello

    23 dicembre 2010 at 4:58 am

  8. alcuni ragazzi di Calitri, tra cui Giuseppe, il figlio del nostro artista scultore Luigi, hanno organizzato proprio per il 29 dicembre “Mercatino con prodotti a km. zero” che riprende l’idea della nostra “filiera per il parco rurale” lanciata con Gambero Rosso a S.Andrea di Conza il mese scorso.
    è opportuno partecipare; Agostino sostiene l’evento con Ipriniaturismo; alle 19 si concluderà con un aperitivo evento … cerchiamo di conciliare i due appuntamenti a questo punto … sarebbe bello spostarci come gruppo, anzi come comunità …
    e visto che siamo all’antivigilia: AUGURI DI BUON NATALE A TUTTA LA COMUNITA’ !

    http://www.irpiniaturismo.it/eventi/evento.php?id_evento=742

    a_ver

    23 dicembre 2010 at 9:07 am

  9. tento l’impresa: alle 12 per le sorgenti e alle 13 il pranzo….poi di corsa verso perugia dove alle 21 al morlacchi sarò al concerto evento di vinicio capossela in occasione dei 20 anni dall’uscita del suo primo album! per un comunitario nulla è impossibile!

    sergio pag

    23 dicembre 2010 at 11:30 am

  10. ci sarò su tutta la linea, tacchi a spillo e parrucca viola!

    sergio gioia

    23 dicembre 2010 at 3:36 pm

  11. fin qui sono sette adesioni. ricordo che chi vuole partecipare al pranzo sarebbe il caso lo faccia sapere entro il 27.

    arminio

    24 dicembre 2010 at 4:41 am

  12. ci sarò

    mario festa

    24 dicembre 2010 at 12:04 pm

  13. ci sarò…

    mario festa

    24 dicembre 2010 at 12:05 pm

  14. ci sarò a materdomini

    mario festa

    24 dicembre 2010 at 12:05 pm

  15. non è possibile che al momento ci sono state solo sette adesioni e conferme. Non è possibile.
    Non ci voglio credere. NO No No No No No No

    rocco quagliariello

    24 dicembre 2010 at 2:51 pm

  16. si sostiene comunemente che il Parlamento è lo specchio del paese reale e che il paese reale si risppecchia nei parlamentari eletti dal popolo sovrano nelle liste bloccate su indicazion verticistica monocratica.
    si sostiene che invece i parlamentari non rappresentano il paese reale ma solo gli interessi di casta e personali, al massimo di qualche escort di alto bordo diventata moglie mamma dei propri figli financo parlamentare medesima.
    entrambe le tesi possono reivelarsi fallaci come pure veritiere.
    tutto cio’ premesso mi chiedo Vi chiedo ci chiediamo
    “cosa accade nella Comunità Provvisoria???”
    essa è stata rifondata nel corso dell’anno paesologico celebrato nel gennaio 2010 a grottaminarda
    essa è viva e vitale ma serpeggia una direzione di marcia ostinata e contraria. si avverte un remare contro mano ,un voler cmq arrestare ,impedire che il processo in atto giunga a cvompimento.
    Signore e Signori amici compagni fratelli camerati comunitari!!!!
    Siamo a chiedere un gesto di clemenza verso il Poeta , verso Franco che non si fermi alle parole ma si concretizzi in fatti, scelte, decisioni, comportamenti.
    Siamo a chiedere di scegliere Franco come il nostro Profeta.
    Chi vi parla ha attraversato fasi critiche di dubbio e di vibrata veemente protesta ma non ha mai messo in dubbio lo spessore umano e la caratura valoriale di Franco.
    Venire a Materdomini è una scelta politica non solo una conferma di stima ed amicizia
    A materdoomini si conclude il primo epico anno paesologico.
    Attedniamo la pubblicazione e la distribuzione di oratorio bizantino pèer febbraio 2011 come pèure il libro edito la Mondadori con il quale Franco parteciperà ad un imporante autorevole Premio Nazionale per vincerlo, evidentemente non solo per partecipare.
    Franco ha assoluto bisogno di consigli, sempre utili e preziosi per essere consacrato nel panorama mondiale come scrittore poeta documentarista paesologo
    Chi non lo ha ancora capito è bene che se ne faccia una ragione
    Chi lo ha capito ha il dovere di partecipare e proporre non solo di criticare
    Chi deve ancora decidere puo’ farlo con tutta la calma che i suoi tempi decisionali richiedono.
    Signori o si sta con Franco e contro Franco .
    fatevene una ragione. ma chi è postatore sul blog comunitario non puo’ stare contro Franco.
    Chi non viene a materdomini è contro la Comunità Provvisoria e contro chi la ha creata.
    Scusatemi, Buon Natale a tutti, con la pace nel cuore e la calma nella mente
    Rocco Quagliariello

    rocco quagliariello

    25 dicembre 2010 at 5:47 am

  17. caro rocco
    ieri ho lavorato venti ore di fila, dalla quattro del mattino a mezzanotte, a parte un paio pause di mezz’ora. e stamattina sono qui a lavoro.insomma, non sto qui ad aspettare favori…..

    pure per me il passaggio di materdomini è un passaggio politico. non si tratta di essere con me o contro di me, ma di affidarsi a questo spazio che abbiamo creato e di metterci dentro i propri sogni, le proprie immaginazioni.
    una cosa in me è cambiata: prima me la prendevo quando vedevo poche adesioni, ero impaziente.
    adesso ho capito che ognuno sa quel che sa dare.
    il 29 andiamo da luciano, è lui la persona da onorare, sono persone come luciano che danno ancora un senso al mio rimanere in irpinia.
    in ogni caso grazie per la generosa evocazione dei miei meriti

    arminio

    25 dicembre 2010 at 10:32 am

  18. Ci sarò, amici, e come al solito con gioia e autenticità, Gaetano.

    Gaetano Calabrese

    25 dicembre 2010 at 1:22 pm

  19. qualora a qualcuno venisse il desiderio la voglia la curiosità di venire a materdomini solo per la conviviale da Luciano Settebello e non per l’intera giornata paesologica, sarà il benvenuto

    qualora a qualcuno venisse il desiderio la voglia la curiosità di raggiungerci a tavola da Luciano Settebello ad evento già iniziato, sarerre cmq il benvenuto, i pellegrini della clemenza sanno fare accoglienza, lo abbiamo imparato dal sole azzurro, imparando ad essere amati e ad amare.
    Rocco Quagliariello

    rocco quagliariello

    26 dicembre 2010 at 5:38 am

  20. Cari amici, dalle pianure, ilgiorno 29 dovremmo essere i saeguenti:

    Lella, Roberto e Salvatore D’Angelo
    Marilena, Elsa, Piera, Giulia e Salvatore Di Vilio
    Teresa, Roberto e Angelo Sigismondo
    Rosa, Gabiele, Lorenzo e Marcello Faletra
    Cecilia Banfi e Antonio D’Agostino
    Andrea Auletta

    Insomma per ora siamo in diciotto, banda appulo/siculo/terralavorista, con l’intezione di affittare un Pulmino Comunitario e rendere onore innanzitutto a Luciano Malanga, e poi a Franco , Angelo e a tutti gli amici della CP che vorranno salutare comunitariamente il 2010 .

    Dopo la presentazione del libro di Franco, nelle ns intenzioni c’è di spostarci tutti a Sant’Andrea di Conza , all’ex Fornace, per il concerto jazz della Band di Pasquale Innarella.

    A domani da conferma definitiva.

    Salvatore D'Angelo

    26 dicembre 2010 at 1:38 pm

  21. Per il pranzo non potrò esserci, il pomeriggio invece si.

    Ricordo a tutti l’appuntamento di teora domani pomeriggio (27 dicembre) alle 18.

    Tanto auguri a tutti i comunitari

    teoraventura

    26 dicembre 2010 at 3:01 pm

  22. ci sarò

    fabnig

    26 dicembre 2010 at 10:19 pm

  23. si resta basìti!!! per prendere una decisione, per fare una scelta, per onorare un invito cortese che va oltre la rifondazionecomunitaria, ci si impiega più del tempo che un battito di ciglia di una farfalla in un atollo del pacifico impiega per scatenare uno tsunami un’onda anomala che si abbatte sulla florida o alle bahamas, o in california…

    qui’ siamo in Irpinia, non solo sul web, qui’ siamo nel capoluogo reale di questa nostra provincia, che è ad oriente…

    cosa impedisce a tutti coloro che si sono impegnati in tempi trascorsi non sospetti di partecipare al processo di consacrazione defintiva del nostro Profeta Scrittore Paesologo Poeta nel firmamento che conta, nell’olimpo contemporaneo.

    Micfa siamo al cospetto di personaggi localistici, archivisti, bibliofili, presidenti del circolo biocciofilo o del quagliadromo, setta dei poeti non ancora estinti.

    Qui’ siamo di fronte ad una scelta che contribuisce alla realizzazione di un progetto, di una svolta.

    Dimidium non puo’ assorbire la comunità provvisoria con la leggerezza tipica delle balene che ingoiano geppetto e pinocchio per poi rivomitarli re4spirando o starnutendo.

    E’ di tutta evidenza che che chi è preposto non puo’ prescindere dai protagonisti di una nuova stagione di lotte e di sfinimento.

    E’ sin troppo palese che Chi prende le decisioni deve scendere a patti e condizioni prima di chiedere il consenso al popolo sovrano.
    La democrazia dal basso è la democrazia della pancia.
    Questa è la comunità provvisoria. Il blog è uno degli strumenti con cui essa agisce, non l’unico .
    L’autocritica è il presupposto di ogni protesta denuncia, ma è necessario formulare una proposta.
    I dieci comandamenti laici del progetto sono stati pubblicati sul Blog, senza commenti ad eccezione del sottoscritto.
    Cosa si vuole???
    Chi prende le decisioni nella comunità provvisoria???
    I gesuiti sono stati massoni in gonnella, non solo perchè lo ha scritto da par suo Umberto Eco nel Cimitero di Praga.
    Ce lo ha insegnato e raccontato la storia dei movimenti intellettuali spirituali e delle sette.
    E allora???
    sappiamo che è giunta l’ora, è arrivato il momento.
    Il sol dell’avvenire non è spuntato , essendo utopico.
    Ma la speranza si puo’ organizzare. Eì un dovere generazionale al quale noi cinquantenni non possiamo sottrarci. Se non lo facciamo , i nostri figli potranno a ragione ricordarci che abbiamo fallito.
    Almeno proviamoci. Nessuno potrebbe perdonarci di non averci almeno provato. Questo è…
    Cordialmente
    Rocco Quagliariello
    Oggi Giobbe a Teora con Teoraventura (Stefano auguri per l’onomastico) invio un deferente ossequio per il tuo lavoro sul sisma.
    Mercoledi’ ventinove a Materdomini ed alla ex Fornace a seguire
    Qui’ comincia…

    rocco quagliariello

    27 dicembre 2010 at 7:13 am

  24. ringrazio rocco per gli auguri e l’ossequio, ci vediamo a materdomini.
    in queste vacanze vedo i nostri paesi particolarmente assopiti, dovremmo dargli una bella scrollatina.

    teoraventura

    27 dicembre 2010 at 10:53 am

  25. rocco pone una questione interessante. per lui questo è il momento. non è il caso di forzare nessuno, ma pure per me questo è il momento….
    non è in gioco la mia carriera
    ma la creazione di uno spazio politico
    di cui l’irpinia ha bisogno

    arminio

    27 dicembre 2010 at 10:54 am

  26. A Materdomini ci sarò.
    L’impegno politico della comunità provvisoria è sempre stato nei fatti. Certo la lettura che ne ha dato l’esterno a volte non ci è piaciuta, ma a volte corrisponde all’effettiva capacità di ciò che comunichiamo.
    Lo spazio politico da costruire , devoo notare, è sempre fallito e credo che non ci sia il tempo per costruirlo. Anche perchè – ma questa è personalissima convinzione – forse molti sono ormai disabituati a riconoscere un leader e a riconoscere una azione coerente con i principi guida.
    Inoltre è anche vero che l’estrazione diversa di ognuno di noi è ancora troppo predominante, perchè di fatto non siamo mai riusciti ad accettare pienamente le proposte e le azioni degli altri.
    Inoltre, molto spesso, all’affacciarsi sul blog o nella comunità, di persone altre, queste sono state da subito – molto spesso – attaccate.

    Ho molto apprezzato i comandementi laici di Franco, un somemsso paragone con quelli cantati da De Andrè.

    luca b.

    27 dicembre 2010 at 1:53 pm

  27. luca concordo
    ma uno spazio politico è necessario

    arminio

    27 dicembre 2010 at 2:23 pm

  28. Ci vediamo a caposele.
    Ci sarò anche a pranzo.
    Un abbraccio ai comunitari e non…

    luigi di guglielmo

    27 dicembre 2010 at 5:57 pm

  29. eravamo in sette, come mai non in otto, già mancava lancillotto…
    poi i cavalieri e le vestali della tavola rotonda ospitarono uomini e donne delle pianure, dal tavolo per otto siamo passati al tavolo a “ciampa di caciocavallo podalico pardon podolico”

    ci chiediamo

    si puo’ sapere ,REALMENTE CONCRETAMENTE NUMERICAMENTE, quante sono ad oggi le adesioni confermate per il pranzo conviviale da Luciano Settebello a materdomini domani ventinove dicembre duemiladieci ore 13 con inizio pranzo ore 13.30 precise???
    siamo curiosi di conoscere il numero magico non solo per una questione di numerologia, quanto piuttosto per dimostrare a Luciano che chi si siede a tavola è una persona seria, detto fatto.
    Questo perchè a tavola dovremmo pure magiare oltre che comunicare con gesti mimica sguardi parole e chi più ne ha più ne metta.
    Insomma , le prenotazioni entro e non oltre oggi ore 24 sul blog o direttamente a Franco sulla e mail personale o per sms o per chiamata vocale sul telefono fisso mobile portatile.
    Sui social network invece non è il caso, là si chatta malamente qualunquemente pelosamente…
    un sorriso fa bene RQ

    rocco quagliariello

    28 dicembre 2010 at 10:50 am

  30. adesso sono quasi le otto del ventotto il ventinove vi raggiungerò alle 14 e cinquantotto non prima purtroppo qui anticipo saluto a luciano rocco e lancillotto (verrò già mangiato, proseguirò per calitri alle 18 e per s.andrea alle 20 e quarantotto)

    a_ver

    28 dicembre 2010 at 7:34 pm

  31. Io, nell’occasione, ma ne fotto???

    enzlu

    28 dicembre 2010 at 8:41 pm

  32. Confermo partecipazione 15 persone dalle pianure.

    Dunque, riassumendo :

    15 dalle pianure + 13 Irpini pranzo + 2 presenze postprandiali fanno 30 persone accertate + 1 “menefottista” con tre punti interrogativi, dovebbero essere 31… poi se si aggregheranno altri, non saranno di certo cacciati. Mi sembra un buon numero per stare insieme e dirsi buone cose.

    A domani. Partiamo alle 8.30.

    Salvatore D'Angelo

    28 dicembre 2010 at 10:09 pm

  33. …mi sto organizzando per esserci ma non so se ce la faccio…..sinceramente, è anche il mio compleanno il 29 dic. e ci sono i miei figli a casa. un becio a tutti, nanos

    nanosecondo

    28 dicembre 2010 at 11:19 pm

  34. E poi, aggregandosi anche Nanos, mi pare ottima cosa commentare con questo ironico preludio apocalittico, o – se si vuole – critica musicale alla “ragion pratica” del mondo così come ci …stanno trasformando… veri e propri Healthy People in healthuy colours”( un bano scritto dalla geniale chitarra frippiana nel 1979!)

    Salvatore D'Angelo

    28 dicembre 2010 at 11:31 pm

  35. trenta persone è un numero importante, aggiungendo uno zero si perviene a trecento(eran giovani e forti…) con un altro zero si giunge a tremila(grandi elettoeri) un altro piccolo sforzo con gli zeri e si diventa deputati senatori ministri europarlamentari commissari eu, presidenti commissione eu,
    ce la possiamo fare, anzi ab biamo il dovere di farcela. tentar non nuoce.
    I posti a mio carico sono sempre due, ovviamente l’accompagnatrice accanto a me,non di fronte a me,grazie. A tra poco, al paese di mia madre(caput Selis) alle falde del Monte Paflagone e poi a materdomini frazione di caposele, località amena di pellegrinaggio devoto e di ospitalità accogliente calda verace da Luciano Settebello a seguire tutti alla ex fornace a S.Andrea di Conza.
    Per Monteverde… una prece ed un velo solidale di amicizia e di rispetto ma non si fa cosi’ non si inseriscono post ad arte per confondere le idee e creare zizzania.
    Monteverde è un Paese che amo, con persone straordinarie a cominciare dal sindaco e vicesindaco ma ci chiediamo.” CHE C’AZZECCA CON MONTEVERDE LA SETTA DEI POETI NON ANCORA ESTINTI”’ SOPRATTUTTO COSA CI IMPORTA A NOI DELLA C.P. DI ESSERE INFORMATI SUL BLOG DI QUESTO EVENTO AL QUALE AUGURIAMO TANTA FORTUNA MA AL QUALE NON POSSIAMO E NON VOGLIAMO PARTECIPARE IN CONTESTUALITA’ CON IMPEGNI GIA’ PRESI
    A NOI NON PIACE LA TECNICA DI GIOCO “A FUTTI CUMPAGNO”
    NON L’ABBIAMO MAI IMPARATA ,SEMPRE CRITICATA.
    ABSIT INIURIA VERBIS. CORDIALITA’
    ROCCO QUAGLIARIELLO

    rocco quagliariello

    29 dicembre 2010 at 7:01 am

  36. un impegno ora sopraggiunto mi impedisce di raggiungervi, mi scuso con tutti e vi auguro buon pranzo parlamento comunitario

    a_ver

    29 dicembre 2010 at 10:13 am

  37. la paesologia è una delle poche novità culturali in italia e in europa negli ultimi trent’anni.

    gianni

    29 dicembre 2010 at 10:41 am

  38. Io verrò dopo pranzo.

    luca b

    29 dicembre 2010 at 11:31 am

  39. 0re 17,28- tre minuti non bastano da pesto a materdomini- ce ne vogliono di più- e proprio proprio stasera non è cosa- platonicamente web però ci sono-
    p.s.le cartoline me le accatterò un’altra volta.

    LRtelepass

    29 dicembre 2010 at 5:28 pm

  40. a parte nuovi arrivi, oggi a materdomini eravamo, in ordine casuale: verderosa, arminio, elda, mauro, maddaloni, enzo luongo, fabio nigro, luciano malanga, ventre, battista, quagliariello, io, di guglielmo, salvatore d’angelo e di vilio, marcello faletra, alex chambers, antonella garzi, sergio pagliarulo, mario festa, paolo bruschi, stefano ventura…conoscete gente più atroce?

    sergio gioia

    29 dicembre 2010 at 10:37 pm

  41. ieri ho trascorso una giornata indimenticabile.
    partito da avellino all 10.30 in compagnia della donna fatale misteriosa della mia vita direzione materdomini caposele, giunti a lioni sono rimasto solo in quanto la suddetta ha ritenuto opportuno rientrare ad avellino con mezzi propri inscenando una sceneggiata irpina poco napoletana.
    nonostante cio’,
    sono riuscito a raggiungere materdomini dove ho incontrato belle persone.

    Innanzitutto Franco ed Elda ai quali ho fatto un piccolo dono.

    quindi Mauro dal quale ho ricevuto un dono speciale inatteso quanto gradito, ho cercato di ricambare al momento per quanto possibile con un prodotto artigianale lòetterario fatto da me medesimo indirizzato ad Edda Canali ed allo stesso Mauro.

    Ho quindi salutato tutte le persone che Sergio Gioia ha elencato nel suo commento delle ore 10.37 pm del 29/12/2010 ed anche qualcuno in più che sergio ha omesso di ricordare ed inserire nella lista.

    Ho ascoltato, riflettuto, elaborato.

    Ho inoltrato una proposta che mi auguro possa essere recepita ottimizzandola nel comune interesse comunitario e del blog.

    Ho ascoltato Elda e Franco leggere tante cartoline dai morti e sussurrare parole semplici leggere ma dense di significato
    Ho pubblicamente ammesso che la comunità provvisoria mi ha fatto conoscere l’Amore.
    Ho pubblicamente ammesso che mi impegnero’ per creare ed ampliare uno spazio politico di cui la C.P. ed il suo Fondatore storico hanno assoluto bisogno.

    Ho trascorso otto ore in assoluta concordia , nel corso delle quali ho imparato imparato imparato.

    Enzo Maddalon è venuto a festeggiare una parte importante del suo compleanno a conferma dell’importanza che la CP e l’Irpinia rappresentano nel suo percorso di entronauta.

    Cosa dire ancora? Porgo le scuse a tutte quelle persone che non mi hanno capito, con cui sono potuti intercrrere malintesi o fraintesi non chiariti, a tutte le persone, specie donne, alle quali invovolntariamente ho ffatto un torto o dato un dispiacere.

    Mi auguro che ofgni cosa possa rientrare nell’alveo della pacatezza, della mitezza e della ragionevolezza

    Non posso cospargermi il capo di cenere e non intendo mettere la testa nella sabbia come lo struzzo.

    Il pavone mi piace molto più dello struzzo , del gallo e delle galline, anche se l’uovo fviene prima della gallina, come ci ha insegnato l’evoluzione della specie ed il creazionismo di maniera, disciplinato le categorie del ragionamento , della cultura e della storia del pensiero umano.
    Ringrazio Edda per avermi concesso l’onore ed il privilegio assoluto di entrare a far parte della sua Nobile Casata.
    Non avevo dubbi e non ne ho sul fatto di aver conosciuto una persona straordinaria e esprimo anche a mauro i sentimenti della mia sincera profonda gratitudine per l’amicizia e l’affetto con cui il nostro percorso di condivisione di valori potrà raggiungere uletriori ambite mète, nel rispetto e nella solidarietà sostanziali.

    Sereno 2011 insieme. A Tutti, nessuno escluso.
    Rocco Quaglariello

    rocco quagliariello

    30 dicembre 2010 at 7:24 am

  42. Rimando ad altri post per commenti inerenti la semiseria tragicomica fine della straordinaria irripetibile indimenticabile STORIA D’AMORE tra la principessa sul pisello d il ranocchio trasformato in principe del sole azzurro da non confondere con il sol dell’avvenire non ancora avvenuto e neoppure nevuto.
    Non è venuto non eè venuto poverettop il sol dell’avvenire, invece è arrivato è arrivato poi è venuto il sole azzurro che ha compiuto il sortilegio di trasformare il ranocchio pitocchio in un bellissimo principe azzurro.
    magìe misteriose alchimìe che solo l’amore puo’ fare…RQ.

    rocco quagliariello

    31 dicembre 2010 at 12:16 pm

  43. complimenti a coloro che hanno rimosso il post “lo facciamo il pulmino”. Complimenti pavidi ossequiosi quanto pateticamente ridicoli paradossali e grotteschi

    il numero di telefono del sole azzurro è reperibile su tutti i motori di ricerca web semplicemente inserendo il nome ed il cognome della titolare la quale per lavorare viene contattata via telefono commerciale possedendo altro telefono privato familiare non disponibile sul web in elenco ma solo in chat…

    VERGOGNATEVI POSTATORI PAVIDI VERGOGNATEVI POSTATORI ASCARI VERGOGNATEVI POSTATORI ACCIDIOSI.
    RQ

    rocco quagliariello

    31 dicembre 2010 at 12:23 pm

  44. Amici, sono stato così bene che sono andato via dimenticando il giaccone, sapete? L’ho recuperato a tarda sera andando con Luciano che era un po’ in giro a Lioni! Quindi, nulla di male se Sergio Gioia non si è accorto…- corpo di mille bombe!, come diceva Doppio Rhum – di me.!
    S.A.R.V. = Salutissimi. Augurissimi. Raffinatamente. Veri. :°_°)) come è stata la squisita gentilezza di Luciano Malanga e la nostra vivace, comunitaria conversazione, Gaetano Calabrese.

    Gaetano Calabrese

    1 gennaio 2011 at 3:31 am

  45. caspita, ero convinto di averti inserito. e non ho più controllato l’elenco. scusino per il commento tipo chat

    sergio gioia

    1 gennaio 2011 at 12:25 pm


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: