COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

perché il mondo non cambia?

Perché il mondo non cambia? Semplice, il mondo non cambia perché non lo vuole cambiare quasi nessuno, o meglio pochi lo vogliono cambiare (se la cosa appare troppo costosa). Tutto qui, il mondo va dove vogliamo noi. Il mondo è docile, cambiano corso perfino i fiumi, gli alberi possono apprendere a non fiorire, il sole potrebbe decidersi a scomparire. Il mondo non cambia perché non è mai stato così pieno di ipocrisia: bisognerebbe impedire agli uomini di parlare tra di loro, sono troppe le bugie che in questo modo si mettono in circolazione. E invece questo è il mondo della comunicazione e gli esseri umani sono sempre più cavi, passa di tutto nei loro cuori, nessun demone trova la strada chiusa, ma il demone di casa è quello del denaro, è il lui il nuovo dio del mondo, è sceso sulla terra e l’ha spaccata in miliardi di piccoli pezzi: una zolla per ognuno e il mondo che era di tutti adesso è di nessuno.

p.s.

ci vediamo domani mattina alle 10.30 a grottaminarda. ovviamente non è un ordine, viene chi ne ha voglia, chi è lieto di stare con noi. non è la convocazione del comitato centrale del partito e io non sono togliatti…..

Annunci

Written by Arminio

7 gennaio 2011 a 9:48 pm

Pubblicato su AUTORI

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Amici, sarò domani a Grottaminarda con voi. Scusatemi per qualche errore grammaticale nel testo del Post “Così parlò Gaetano”. La fretta e alcuni affanni sopraggiunti non mi hanno consentito di correggerlo a dovere e volevo attestare il mio agire in tempo utile per Salvatore Alaia che ho visto ieri soffrire per otto ore continuate! Un abbraccio fortissimo a Salvatore Alaia, un benvenuto caloroso agli amici delle pianure, un grazie di cuore a Franco, a Michele Citoni e a chi alimenta le nostre sensibilità mantenendo il cuore spalancato, Gaetano Calabrese.

    Gaetano Calabrese

    7 gennaio 2011 at 11:02 pm

  2. […] Read the original here: perché il mondo non cambia « COMUNITA' PROVVISORIA […]

  3. Chi sarà presente a Grottaminarda aderisce di fatto al movimento politico arminiano, uno spazio politico all’interno della comunità provvisoria, un processo di regolarizzazione delle idee che mira alla gestione sobria del kaos e del marasma improduttivo.
    Ambisce ad introdurre regol sostanziali , meno formalismi, maggiore incisività nella condivisione dell’impegno sociale, delle lotte aventi come motivazione forte l’organizzazione della speranza.
    Possibile che c’è ancora, tra Noi, chi non abbia ancora compreso questa peculiarità inclusiva non esclusiva della comunità provvisoria?
    In che lingua bisogna parlare??? Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire. Preferibile essere veramente affett da cofosi bilaterale almeno prevale il sillabario!!!!
    Con viva cordialità.
    Rocco Quagliariello

    rocco quagliariello

    8 gennaio 2011 at 5:07 am


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: