COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

salviamo la comunità

abbiamo fatto un lavoro collettivo molto importante. questo blog a chi lo vedeva da fuori appariva bellissimo. un blog che unisce passione civile e poesia, che mette insieme persone che fanno cose assai diverse nella vita, è una felice anomalia.

ultimamente il blog nei commenti appare monopolizzato dagli interventi di quagliariello. Se vogliamo aver cura di una grande intuizione umana, culturale e politica, dobbiamo fare una sola cosa: stare qui, scrivere, discutere, alimentare il fuoco delle iniziative.

chiedo agli amici che non scrivono da tempo di farsi vivi, chiedo a rocco di commentare i vari post tenendo conto che questo è uno spazio pubblico, visitato da mille persone al giorno.

non possiamo sciupare una cosa tanto bella. stiamo organizzando una straordinaria edizione di cairano 7x (proprio ieri mi è giunta una tesi di laurea sull’argomento). dobbiamo tutelare il paesaggio e garantire servizi decenti in un territorio in cui è rimasta poca gente e sempre più sofferente.

la settimana prossima ci vediamo. presto decideremo data e luogo

armin

 

Advertisements

Written by Arminio

22 febbraio 2011 a 10:17 pm

Pubblicato su AUTORI

10 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Condivido. L’occasione dell’incontro potrebbe essere la nuova tappa del seminario di paesologia promossa per il 19 marzo prossimo a Grottaminarda. Mi impegno a portare un video di un ottimo-fotografo paesologo, Danilo Rommel da Pordenone e il gruppo Linea Continua di Terra di Lavoro, paesologi-situazionisti ante litteram.

    Anch’io mi associo all’appello di Franco verso i tanti amici che si sono assentati un po’. Li invito a scrivere, a partecipare.

    Stare insieme, condividere momenti comuni aiuta a superare gli affanni individuali, dà spinta, ci proietta all’esterno, a tendere le mani a chi ci sta vicino e ci è amico, fratello.
    Come è stato il caso della bellissima serata di venerdì scorso ad Avellino, quando – dopo la intensa serata con Mimmo Scarpa e i tanti amici intervenuti slle CARTOLINE AI MORTI, ci siamo ritrovati tutti da Langelli, per un meraviglioso momento conviviale.

    E’ esattamente la direzione ostinata e contraria al “sistema”, che ci spinge ai margini, a vivere sull’ orlo d’un vuoto pneumatico condito da una muta ipnosi che ci rende estranei a noi stessi e ai nostri simili.

    Stiamo per scavallare il passo dell’inverno…che fioriscano mille commenti e ancor più nuove iniziative!.

    Salvatore D'Angelo

    23 febbraio 2011 at 12:36 am

  2. Franco carissimo, ti rispondo:

    sei tu il Profeta?

    sei tu che hai avuto l’intuizione arminiana…

    Se è cosi’, a quale “Religio” appartieni, chi è il “cuius” alias “l’eius” che siede sul “Regio”?

    Islàm vuol dire donare interamente se stesso alla volontà di Dio

    conosco tanti cattolici “cristiani” bigotti farisei giudei nel senso di “giuda” non di apostolo …

    conosco tanti atei “devoti” anarco insurrezionisti, “brigatisti-terroristi dentro” che professano”fuori” la non violenza (in pubblico) e sono particolarmente “violenti” in “privato” specie tra le mura domestiche…

    non è certa la rassegnazione(sine spes) fiduciosa che puo’ consentire ai cristiani cattolici non protestanti nemmeno ortodossi ma”italiani” di convertirsi all’islàm, diventare musulmani solo per assurgere a califfati o organizzare harem …

    “sottomesso” è differente da “oblato”, anche se la traduzione intacca profondamente la diffusa
    decodifica islamistica con “submission” orribile anglofonia che detesto come tutto l’uso anglofono della lingua, delle lingue…

    la parola salàm vuol dire “pace celeste” e non pace “militare”e neppure “pace in terra”…

    c’è una differenza profonda tra i cristiani, atei devoti, italioti, e chi è davvero musulmano, seguace di Allah, coerente con le leggi del Profeta, scritte nel Corano ma anche nel Talmud, nella Torah.

    Come è mai possibile che il tuo oblìo “paesologico” possa aver intaccato la Fede, il Credo, smarrito la Strada, la Via maestra che conduce alla Religio non ecumenica bensi’ del Concilio II, alla Dottrina Sociale di tutte le Chiese, per consacrare ogni vittoria sotto la forma semplice umile dell’acclamazione persuasiva, appunto Regio.

    Non è questione di individuare il Cuius o l’eius:

    è questione di mostrare gli attributi intellettivi ed intellettuali, umani, non solo corporali.

    Questo,non soltanto, è il limite della Paesologia e dell’intuizione arminiana “tout court”

    Terra-Carne non regge al confronto di Spirito-Anima.

    E’ per “l’Anima Mundi” che lottiamo, per l’intuizione filosofica della spiritualità che prevale sulla corporeità.

    Per questo ,non soltanto, le nostre strade profetiche stanno per separarsi definitivamente.

    L’amicizia, forte disinteressata vera, rimane, anzi si rafforza destrutturandosi sul piano della “mission” e della “vision” che significano missione vocazionale
    visione antropologica

    non certo aziendalistica o peggio ancora partitica.

    la rivoluzione è altro, la rivoluzione è rivolta popolare, è difesa della dignità e della libertà, dei diritti inalienabili attraverso il comitato di tutela e lotta popolare, questa è democrazia questa è la missione.

    Buona fortuna, profeta, con la “p” piccola, paesanologica purtroppo, malgrado me.

    Con affettuosa benevolenza

    Rocco Quagliariello alias aruspice roccioso implacabile.

    PS tutti i commenti che ho dedicato a Te nel Blog, innanzitutto quelli di cui al Post”letterina e poesia”
    ed anche “zibaldone di paesologia” SONO MIEI ,FRUTTO DEL MIO INGEGNO, dati in pasto al “grande fratello” del Blog dove i lettori preferiscono italiotamente, tranne rare Autorevoli Eccezioni, guardare, spiare dal buco della serratura e non commentare non esporsi non rischiare perchè pavidi, non certo per delicatezza o per rispetto dell’analfabetismo culturale tipicamente italiano, moderno in quanto retrogrado retorico conformistico, unanimistico, copia incollato,
    alquanto diffidente nientaffatto interessante.
    Con viva cordialità
    Senza Rancore Con molto Coraggio nella Lealtà
    RQ

    rocco quagliariello

    23 febbraio 2011 at 5:19 am

  3. spero di non mancare stavolta. spero di rivedervi tutti. baci.

    ursula

    23 febbraio 2011 at 9:02 am

  4. caro salvatore
    per il seminario di paesologia dobbiamo trovare una nuova data, il 19 marzo sono ad aliano.

    Arminio

    23 febbraio 2011 at 10:08 am

  5. Dopo leggo, amici, scusatemi, sapete che partecipo sempre e voglio esserci, escludete, perciò la data del 10 marzo perchè per un impegno assunto porterò la mia poesia dialettale in un’altra regione per un reading fortissimo, spero di leggere tutto stanotte, saluti cari, Gaetano Calabrese

    Gaetano Calabrese

    23 febbraio 2011 at 10:16 am

  6. Il post di Franco è interessante, dice … salviamo la comunità! Mi sembra però che siamo ripetitivi. Da quanto tempo viene detto questo? …campa cavallo che l’erba cresce!!! Ricordi Franco?, io vi conobbi circa 4 anni fa su invito di Angelo, al Goleto, e già allora feci presente che il nome “provvisorio” non indicava nulla. Molti con me d’accordo. Ma tu dicesti che andava bene così. In seguito vidi che la CP si soffermava su argomentazioni spesso banali, anche se voleva apparire colta, con scritti nel blog che favecano paura, con reciproche accuse su tutto e tutti, improperi, pettegolezzi, cattive parole addirittura a bassissimo livello. Mi lamentai di questo con Angeko e chiusi. Adesso ci siamo rivisti a Nusco, a Conza ecc. e mi sono detto che, poco o nulla è cambiato da allora. A Grottaminarda abbiamo continuato a parlare delle stesse cose… “essere o non essere, proporre e esseri visibili oppure contnuare a essere invisibil e… provvisori!!!” Molti, da quello che ho capito, vorrebbero essere più visibili. Passare cioè ai fatti, essere propositivi, non essere più…provvisori!!! Ho la sensazione, invece, che si dice in un modo ma che in fondo, il giorno dopo, si faccia esattamente l’opposto. Io non voglio intervenire sempre in antitesi a tutto, abituato a essere pratico, in quanto sono nuovo, o di rientro, spesso lontano da tanti pensieri comunitari, come quello politico (io non sono comunista ma cattolico centrista e il mio punto di riferimento è sempre stato Gerardo Bianco), dove tanti dovrebbero andare a rivedersi un po’ di storia e sapere che il comunismo non esiste più e il muro di Berlino è caduto da tempo. Vedo spesso,invece, che il nobile Rocco posta sempre i suoli scritti da “attentato” che per leggerli occorre tanta ma tanta buona volontà. Alla fine, se ci riesci, ricordi le ultime righe ma non le prime. Una tale arringa confonderebbe certamente anche il migliore Tribunale. Allora???!!! Che facciamo, ci vogliamo confondere tra di noi? Certamente no! Allora… praticità, essenzialità. Niente più post.. labirinto!!! Mi chiedo, quindi: ma si vuole essere davvero propositivi, oppure si vuole mandare il “can per l’aia?” Cioè fare fumo e basta? Uniamoci, abbiamo sempre detto, ognuno nel proprio lavoro o attività o ricerca, ma tutti uniti alla fine per portare avanti un progetto unitario, proprio come fecero i Normanni a loro tempo. Ognuno amministrava in maniera indipedente il proprio territorio, ma in caso di necessità tutti si univano per la loro sopravivenza. La CP vuol essere davvero propositiva? essere il nuovo che indichi una strada nuova in un momento di estremo decadimento di valori umani, sociali e politici? Se la risposta è sì, deve darsi delle direttive, altrimenti vuol dire che ci stiamo prendendo in giro a vicenda. Io sono pronto a dare il mio modesto contributo per quello che mi riguarda. Altri in altro. A voi/noi la scelta di capire chi siamo e dove vogliamo andare. La mia famiglia era di origine normanna, del Galles per essere esatti, così mi diceva mio nonno, sono abituato a combattere. Normanno-hirpino, direbbe l’amico Angelo. Voi tutti dell’Ofanto e della Baronia, il centro della nobiltà sannitia. Chi si avvicna troppo… si scotta. saluti a tutti.

    domenico cambria

    23 febbraio 2011 at 10:33 am

  7. per quanto mi riguarda il Blog puo’ essere “oscurato” anche per tutto il periodo della entrante Quaresima
    almeno molti lettori e postatori cmq commentatori potranno fare “penitenza” chiedere indulgenza… sempre con le dovute Autorevoli Eccezioni

    Absit Absit Absit

    qualcuno defini’ aruspice roccioso implacabile il miglior grillo scrivente pensante del Blog CP
    andatevi a rileggere i commenti del 2008-2009!!!!
    la memoria “corta” non aiuta anzi è segno di incipiente “degenerazione neuronale”.

    Absit absit Absit.
    RQ

    rocco quagliariello

    24 febbraio 2011 at 4:54 am

  8. Discorso agli amici comunitari ed alle lettrici comunitarie
    di rocco quagliariello

    “l’afflosciamento” della CP e sul Blog, così come definito dall’Amministratore del Blog A.V. , nonchè intellettuale del pragma, ha radici e motivazioni lontane…

    dopo l’analisi arminiana sulle molteplici cause e concause di questa “condizione oggettiva riconducibile a scelte “soggettive”(diagnosi paesologica del “creatore” cui va riconosciuta l’intuizione “epocale”, ecco la possibile adeguata appropriata “terapia”…

    il nostro Governo nazionale regionale provinciale cittadino municipale(territorio italiano campano irpinia compresa) favorisce i pochi invece che i molti, il contrario della Democrazia…

    le Leggi dovrebbero assicurare specie la “madre di tutte le Leggi”(Costituzione)una giustizia uguale per Tutti nelle dispute “private” senza ignorare meriti ed eccellenze, assegnando a ciascuno almeno una chance una opportunità da poter cogliere , per dimostrare talento capacità attitudine…

    quando un Cittadino si “distingue” ,egli dovrebbe ottenere una “preferenza” condivisa dal Potere, ossia dal Governo, da Chi decide… sia come chance sia per servire lo Stato la Patria la Nazione…, preferenza intesa non come atto scelta di “privilegio” ma come ricompensa al merito, in tal senso la povertà e l’indigenza non costituisce “impedimento”…

    la Libertà di cui ci siamo illusi di poter godere dovrebbe estendersi soprattutto al vissuto quotidiano di ciascuno, non soltanto a Tutti in quanto valore supremo da tutelare al pari della Dignità della persona umana…non dovremmo essere sospettosi l’uno dell’altro, l’una dell’altra e non dovremmo infastidire mai il nostro Prossimo con il quale ci relazioniamo soprattutto se a quel prossimo piace vivere come gli pare rispettando l’altro…

    dovremmo dunque essere “liberi” di vivere e scegliere proprio come ci risulta più congeniale come ci piace di più e dovremmo essere alresi’ sempre pronti a fronteggiare qualsiasi “pericolo” che “vivere” al miglior livello umano possibile implica…

    non dovremmo trascurare i pubblici affari dello Stato in qualità di Cittadini e Contribuenti, oltre che fruitori di Servizi e Beni organizzati…
    soprattutto quando attendiamo alle nostre “faccende private” , soprattutto non utilizzando pubblici affari per risolvere le proprie questioni private …

    ci è stato insegnato di rispettare i “magistrati giudici” seri onesti equilibrati colti di buon senso che sanno interpretare le Leggi ed applicarle…

    ci è stato insegnato di rispettare i medici clinici o di “pubblica utilità sociale” preparati colti discreti riservati coraggiosi onesti che ascoltano il malato ed il cittadino e l’orientano agevolando facilitando il percorso assistenziale inerente il suo disagio o la sua problematica di salute…

    ci è stato insegnato che le Leggi scritte si rispettano pur potendole interpretare gli esperti di diritto i giuristi gli avvocati i filosofi del Diritto

    ci è stato insegnato di non dimenticare mai che è nostro dovere civico proteggere tutelare coloro che hanno ricevuto una offesa dimostrabile documentabile evidente non di convenienza…

    ci è stato insegnato di rispettare anche le leggi non scritte ossia le Leggi naturali e della coscienza che risiedono nell’universale sentimento rispetto a ciò che “è giusto” e ciò che ” è di buon senso”, per il Bene individuale e comune…

    persona umana che non si interessa dello Stato, che non abbia a cuore le sorti della sua Patria Nazione dovrebbe essere considerato “non innocuo” financo “pericoloso”, persino “inutile” alla Società…

    tutti sono in grado di “giudicare” la Politica e i suoi contenuti di governo dei processi storici dell’umanità, ma pochi sono in grado di occuparsene e di dare vita alla Politica…

    la discussione è utile alla Causa e non deve essere considerata un ostacolo sulla Via della Democrazia vera compiuta matura…

    dovremmo poter credere che la “Felicità” sia possibile all’umano come frutto e conseguenza della Libertà e del risetto della Dignità, adempiendo ai Doveri esercitando i Diritti…

    La libertà è frutto del Valore condiviso, trainante…

    Ciascuno puo’ crescere sviluppando in sé una specifica propria “versatilità” che mira al Bene ed alla Felicità, nutrendosi di Fiducia in se stessi, Autostima, di prontezza a saper poter dover fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che l’Italia è aperta al mondo, accogliente, tollerante e non manderemo a casa nessun migrante nessun apolide a patto che non sia clandestino criminale pericoloso e turbolento, alias terrorista …

    Noi qui in Irpinia dovremmo saper poter fare cosi’, secondo i principi enunciati.

    Franco lo ha proposto, sinteticamente, da Poeta Paesologo, Scrittore Documentarista Direttore Artistico creatore i CP

    Rocco lo ha articolato nel Manifesto della rivoluzione
    non violenta ma possibile donandolo al Blog Comunitario cioè a Tutti per dovere e per carità intellettuale. Questo è. Quì Quò Quà!!!

    Grazie a Tutti
    Con benevolenza altirpina (irpinia tutta) Ofanto Calore ,Sele, Baronia, Oriente Formicoso compreso fino ai Regi Lagni al Mandamento del Baianese, alla Valle dell’Irno, fino alla Capitale del Regno delle Due Sicilie, Napoli Flegrea Partenope .

    Rocco Quagliariello

    rocco quagliariello

    25 febbraio 2011 at 4:14 am

  9. “abbiamo fatto un lavoro collettivo molto importante. questo blog a chi lo vedeva da fuori appariva bellissimo. un blog che unisce passione civile e poesia, che mette insieme persone che fanno cose assai diverse nella vita, è una felice anomalia”

    un abbraccio
    adelelmo

    Adelelmo Ruggieri

    25 febbraio 2011 at 1:25 pm

  10. per Franco per Angelo per EnzLu e per Tutti…

    dall’enciclopedia medica editore SEU edizione rivista ed aggiornata in libreria attualmente

    dall’enciclopedia medica larousse ultima edizione rivista ed aggiornata in libreria attualmente

    dall’enciclopedia treccani medico scientifica ultima edizione rivista ed aggiornata in libreria attualmente

    (libreria mia ovviamente non so di chi altri….)

    “per emanciparsi è sufficiente, a mani libere non protette da lattice o altro materiale in uso bio medico per esplorazioni quantunque sterile asettico,
    “stimolare” con leggerezza delicata e mediante carezzevoli”tocchetti” attraverso i polpastrelli di incide o medio,meglio se entrambi contemporaneamente,
    della mano prevalente(destra in destrimane sinistra in mancino ambidestro) la parete interna uno poco meno della metà della sua lunghezza e profondità, variando dolcemente pressione e posizione del polpastrello delicatamente con la”sensibilità”tattile percettiva del polpastrello collegata all’attenzione neuronale ed alla vigilanza(da svegli non mentre “si dorme” o si è “ubriachi” o “strafatti” o “sfiniti”) …

    …la presenza del “recettore” sotto forma di minuscolo “bottoncino” della stessa composizione e consistenza del pavimento della profondità della lunghezza della parete dell’organo è inequivocabile: non prevede fraintesi o malintesi, solo e soltanto se(qualora) accadano i fenomenti-eventi di seguito elencati:

    sensazione di piacere cerebrale incontenibile breve intenso non sostenibile se prolungato persino definito “violento”, da “brivido”…

    in taluni casi non badare ad epiteti del tipo:
    “criminale” “terrorista” “kamikaze” “minatore” e chi più ne ha, più ne metta….

    la sensazione di immediato imprevisto intenso insostenibile piacere momentaneo con “epiteti collegati” si puo’ percepire anche osservando il viso e gli occhi della persona esplorata, le posture assunte ed i movimenti involontari della muscolatura pelvica glutea e dorsale persino addominale nei soggetti che hanno gli addominali tonici e allenati…

    Se , malauguratamente, viceversa, per incapacità o difetto di natura, l’esplorazione col polpastrello correttamente eseguita non produce la prevista imprevedibile reazione descritta sopra, potrebbe significare che il recettore bottoncino non è presente nella struttura anatomica “propria” ma per “scherzo della natura” è collocato “altrove”.

    in tal caso sarà buona prassi consigliata e lineaguidata(linee guida) interrompere le ricerche esplorative ed affidarsi ad investigatori privati professionisti della materia, imparando da loro tecnica e procedura(“segreti del mestiere”)…

    qualora il “recettore bottoncino” , per converso, vi fosse, fosse stato col polpastrello individuato senza che sia accaduti siano stati percepiti gli eventi nella catena su descritta e come descritti, il problema potrebbe essere affidato alla competenza di un Medico Esperto, giacchè potrebbe significare che il “recettore bottoncino” sia divenuto o stia diventando “refrattario cioè insensibile” ,ex “non uso” o per responsabilità-volontà-incapacità-inadeguatezza della componentepartneship “fissa”, Benedetta dal Signore, Sacramentata non solo dall’Ufficiale dello Stato Civile Municipale!!!! .

    Dal quotidiano “sedici trentadue sessantaquattro” pagine , rubrica di etnografia documentale naturopata medicina non convenzionale( m n c) volgarmente detta “dolce”… per la cura di Chi ha (a cuore) la salute l’energia e la mission dell C P e del Blog CP

    Grazie Grazie Grazie

    Absit Absit Absit
    Verbis Verbis Verbis

    Rubrica a cura di “Editing Photo Press intervisionwevradiotelevisionhirpiniasanniticaceltica”Infoline ………………………………………

    anonimo sconosciuto avendo utilizzato il codice che elimina l’identificativo del chiamante ossia “cancelletto 31 cancelletto” codice internazionale di telefonia mobile.

    Dalla rubrica notizie di pubblica e privata utilità sociale, network sociale , Blog Spot Blog CP,in fase “di afflosciamento” (provvisorio(?)).IPSE DIXIT! cfr commento con analoga citata parola scritta nientepopodimenoche dall’Amministratore, mio carissimo amico ed architetto A.V. santangiolese di adozione. Ciao Angelo, un fortissimo abbraccio.

    Grazie Grazie Grazie.

    Una PROPOSTA UTILE PER NON FAR “AFFLOSCIARE” IL BLOG CP E L’INTERA CP PPP!!! “EPOCALE”……………………

    RQ

    rocco quagliariello

    26 febbraio 2011 at 6:01 am


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: