COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

povero sud

ieri sera i serafico tremonti diceva ad anno zero che il nord italia da solo sarebbe una delle nazioni più ricche d’europa e anche insieme al centro sarebbe così e sarebbe una nazione da quaranta milioni…..

diceva che il sud è il problema e che bisogna assolutamente fare qualcosa per il sud.

ecco dove siamo arrivati: dire il contrario di quello che si fa senza essere disturbati.

 

armin

Advertisements

Written by Arminio

11 marzo 2011 a 11:54 am

Pubblicato su AUTORI

4 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Io mi domando se non sia proprio il caso di applicare il detto “a brigante brigante e mezzo!”, tanto caro anche a Sandro Pertini. Ma utilizzarlo come vero e proprio programma di lotta politica a queste cosche di merdajoli spudorati. Qel Tremonti, poi, con quell’insopportabile aria da scolaretto secchione-so tutto io…almeno il Cartaro si sa cos’è e quel che (dis)vale in politica…ma questi, con la banda Bossi-Borghezio e varia compagnia di giro…brrrrr! E si dà pure arie da premier in pectore! Arminio ha ragione…estremisti della moderazione: ecco il cancro che sta distruiggendo in nostro Paese.

    Salvatore D'Angelo

    11 marzo 2011 at 4:43 pm

  2. nessuno che gli risponda che il centro-nord senza il sud sarebbe una nazione di gran lunga meno bella e importante dell’italia attuale, umanamente ed esteticamente. siamo noi che staremmo proprio meglio senza di loro, semmai

    sergio gioia

    11 marzo 2011 at 7:01 pm

  3. @ a sergio e a tutti gli amici comunitari che vogliono patecipare alla discussione

    no questo non credo sia vero, caro sergio. Il problema è domandarsi perchè dopo 150 anni esiste ancora una “questione meridionale”..per me la risposta è che su di essa si è fatto “sistema”, nel senso che a una iniqua e violenta “annessione” del sud al Nord, non sono seguite politiche economiche e indusatriali di riequilibrio territoriale, per una serie liunga di ragioni che non posso nè voglio esaurire qui in un piccolo commento; insomma il Sud è sempre servito come bacino di sfruttamento umano, di risorse economiche e di beni, in cambio di assistenzialismo e subalternità; ora , con la nuova crisi di sistema prodotta dalla globalizzazione, si tenta di rilanciare la stessa solfa; ecco perchè l’etno-fascismo leghista ha buon gioco e viene appoggiato del popolo delle “partite iva”.Ma avranno breve respiro: quando si accorgeranno dell’ignobile bluff del cosiddetto “federalismo fiscale” che non potrà reggere con le ecomnomie sempre più aggressive ( e in crescita) dell’Asia -India, Cina, Corea, Malesia-, le cricche conglomerate intorno all’asse berlusconiano leghista si sfalderanno e saranno cavoli amari. Ora non si tratta di ripropore un modello secerssionista uguale e contrario, ma fare i conti fino in fondo con la nostra Storia, rivedere le basi ingiuste e mnenzognere su cui è stata costruita una unità iniqua, e ripartire con un nuovo assetto dello Stato Nazionale, basato sulla diffusione dei poteri tra Comuni e Ambiti Territoriali consociati in nuovi modelli Regionali e a questi tre enti devolvere la gran partre dei poteri centralizzati dello Stato, a cui dovrà restare solo la politica estera, la politica di coordinamento e armonizzazione di quelle territoriali, attraverso organismi che controbilancino i nuovi poteri locali, l’amministrazione della giustizia attraverso un nuovo codice che stabilisca quali i reati di “competenza della giuustizia nazionale e quali quelli di competenza della giustizia territoriale, un po’ sul modello americano. Altro che riforma epocale della Giustizia strombazzata dal volgare Cartaro di Ferrovia che ci governa col metodo del “cartavince- carta perde” appunto, facendo puntualmente fessi i poveri gonzi che puntano sempre su carte truccate.
    Queste cose le ho scritte in rivista già vent’anni fa, e sono lì, a futura memoria. Il problema, infine, è che senza una rete orizzontale dei territori che si organizzino e combattino per queste cose, non si va da nessuna parte; diversamente non resterà che osservare la pera marcire e cascare dall’albero, sperando che non sia poi troppo tardi per porvi rimedio. Detto così sembra tutto semplice e…ingenuo, lo so. Ma le cose “sono” semplici; è chi non vuole vederle tali che le complica perchè così fa comodo. Le varie caste di ciò che rimane dei Partiti politici, delle grandi organizzazioni, sindacati e Grandi Istituzioni comprese (leggi Chiesa) continuano a girare a vuoto in unA ipocrita ripetizione di rituali a cui loro per primi non credono più perchè intimamente corrotti dal cinismo, dalla mancanza di verità e di slanci; la luce di quelle che furono “gandi narrazioni” – che ancora c’è, senza la “grandi narrazioni” per fortuna -non è in quei santuari che può continuare a brillare, ma è sparsa nei frammenti vivi di una realtà sofferente e vitale. Da qui bisogna ripartire. Su essa bisogna piegare uno sguardo nuovo ( detto a coloro che già sono fuori dai giochi del traccheggio politico). E’ qui che c’è ancora vita e slancio, non nelle marmoree cattedrali del Potere, le cui campane suonano ormai a morto.
    Insomma, parliamone.

    Salvatore D'Angelo

    11 marzo 2011 at 9:47 pm

  4. la “discussione”:
    (da un’idea originale di RQ)…

    >>>M… è una ragazza dai capelli “ramati” col viso coperto da efelidi, occhi marroni, (pazienza non ha gli occhi smeraldo o azzurri profondi come il mare).., ma hanno un certo magnetismo…

    è alta ,però, un metro e settanta, proporzionata, curve giuste al posto giusto, indossa un maglioncino verde un paio di fusò marrone scuro che lasciano ammirare le bellezze naturali ed un paio di stivali marrone chiaro con calzettoni arcobaleno che si intravedono, tacchi cinque centimetri… una bella altezza non c’è che dire che vale da sola “mezza bellezza”…

    ha un trilocale di novanta metri quadrati al terzo piano in corso C.C., col pavimento in parquet di discreta qualità, con ingresso da ballatoio…

    possiamo dividerlo, dividendo pure le spese…

    immagina che c’è anche il portinaio!! ,cosa rara di questi tempi ed è un signore tanto gentile…

    Le efelidi di M arrivano dappertutto, collo, decolleté braccia schiena fondo schiena, miste a nei,
    Il regolemento del condominio è piuttosto articolato, va rispettato come una legge di buone maniere e senso civico, per il bene comune…

    Ma l’appartamento ha soltanto una finestra!!!Come mai?
    Un unico affaccio sul cortile che sporge sul corso C.C.piuttosto trafficato dunque pieno di smog e polveri sottili da inquinamento automobilistico.

    L’appartamento dispone di una cantinola e di un piccolo solaio, dove abbiamo sistemato una cassapanca ed una cyclette con un tappeto per la meditazione condivisa, yoga e pylates…

    Nella cantinola ci sono bottiglie di vino e due biciclette…

    La camera da letto è spaziosa, ci vanno almeno tre letti, forse quattro con l’aggiunta e tre scrivanie…

    La cifra non è “trattabile”, si puo’ trattate su altre questioni ma non sulla cifra.

    Ovviamente la cifra è in nero, nessuna ricevuta,
    L’appartamento è di proprietà di un medico sposato con un giudice (calabresi) che hanno investito in questa città universitaria per fittare,tramite una “persona di fiducia”, una delle case acquistate, tra cui questa, agli studenti universitari e lucrare in nero un po’ di soldi al mese senza avere problemi di inquilini anziani o attaccabrighe…

    Gli studenti vengono prevalentemente dal SUd Italia
    campania puglia calabria basilicata molise, alto lazio. siciliani pochi ma buoni, stranieri tanti tanti tanti.

    in questa casa si parla in inglese, oppure in dialetto italiano, dialettale, perchè la lingua italiana è difficile nella grammatica e nella sintassi. Mica possiamo parlare con i verbi all’infinito come le colf e le badanti dell’est …
    (infiniti tronchi!)

    Funziona cosi’:

    spese conominiali a carico nostro

    bollette a carico nostro

    affitto di casa a carico nostro

    riparazioni straordinarie a carico nostro

    riparazioni ordinarie a carico loro

    divieto di sub affitto però possiamo ospitare almeno un ospite a testa nel letto o nella stanza per tutto il tempo che vogliamo, possiamo dormire fare l’amore con chi ci piace senza alcuna difficoltà,
    pulizia degli igienici a turno
    pulizia dei piatti e delle pentole a turno

    spesa comune
    generi di prima necessità in comune
    angolo di frigorifero dedicato angolo di freezer dedicato si consuma in comune cantina dedicata in comue, insomma una specie di comune, privata, control lata dal portinaio che fa orario di ufficio, poi va a riposare ed infine a dormire, attivando il citofono esterno.

    Parcheggio per la moto , non c’è, parcheggio per l’auto sulla strada, con antifurto.

    E’ una città tranquilla non ruba niente nessuno, ogni tanto muore qualcuno assassinato o suicida per depressione ogni tanto scompare qualcuno , non si sa che fine abbia fatto , ogni tanto qualche studente parte e non torna più. Funziona cosi’.
    Va bene mi hai convinto, si studia bene qui’….

    Accetto senza condizioni, accetto perchè mi piaci tremendamente Tu, M…. , per questo motivo ,non per altri, mi sistemo in questa casa e ci resto finchè ci sei Tu…

    I ragazzi del SUD, i nostri figli, i nipoti dei nostri genitori, comunemente, fanno cosi’, ed anche questo è un “dialogo tra sordi” ( Nord -SUD)…

    ma la Politica è al Centro, ROMA Capitale del Mondo…

    Intelligenti ,pauca

    Grazie per la discussione…

    Buon fine settimana alle lelltrici ed ai lettori del Blog. Buona Domenica del porco maiale letterario agli avventori nella masseria del caro Giovanni

    Cuius Regio Eius Religio

    Rocco Quagliariello

    rocco quagliariello

    12 marzo 2011 at 6:01 am


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: