COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Cairano 7x……..ragione e sentimento…..

 

Alcune  vecchie considerazioni …..in occasione  del nostro incontro a Cairano  del 10 giugno    ore 16  Chiesa di San Leone..

“Non ci si arrende solo rispetto all’idea di inseguire il mito dello sviluppo, ci si arrende all’idea di essere qualcosa o qualcuno. Per uscire dall’autismo corale ci vogliono posture nuove. È tempo di tornare a una fisiologia meno velleitaria, a un quieto vagabondare nel mondo che gira, nell’aria che non sta mai ferma, nella polvere in cui luccichiamo ad occhi aperti insieme al sole e alle stelle”.
franco arminio

La forza di una intuizione,di un racconto,di una speranza, di un  sogno si misura sempre con le sue ‘adiacenze naturali’ alle storie personali e su un atteggiamento mentale ispirato al popperiano principio di “confutazione” che non è il superficiale “vivi e lascia vivere”.La comunità provvisoria e Il blog ,che ne è nel bene nel male la vetrina delle idee originali, degli umori,delle passioni calde e fredde, sono le forme e gli spazi tradizionali dell’esercizio democratiche di esigenze esistenziali,culturali e politiche.Nello stesso tempo sono le occasioni e lo spazio per costruire nuovi paradigmi ,logiche e grammatiche per vivere e pensare un territorio in modo autentico e originale. Evitando il più possibile la “dannazione alla chiacchiera che alimenta la “postdemocrazia” non solo per implosione dei vecchi vizi e difetti della ‘politica politicata’ ma anche per un cattivo eccessivo uso delle sue libertà senza responsabilità. Questo spazio va curato al meglio delle sue possibilità tecniche ma salvaguardato nella sua libertà di espressione nella regola della responsabilità individuale e nella cornice valoriale e culturale della “paeoslogia”. Il blog è anche l’accompagnamento organizzativo e informativo delle iniziative che come Comunità provvisoria formalmente organizzata sia delle presenze che  delle esperienze di approfondimento conoscitivo (es seminario a Grottaminarda sulla paesologia o a Lacedonia sul parco rurale o incontri mirati sulle varie “eccellenze” ) ma anche delle visite esistenziali , individuali e comunitarie , paesologiche e amicali nei piccoli paesi nello spirito che Franco ci suggerisce e ci racconta nei suoi scritti. Il Blog è anche l’espressione di un dialogo, un conflitto o un amore e una cura non ideologica e dottrinale per una “terra”, l’Irpinia.L’irpinia ha una storia dignitosa e ricca letterariamente e culturalmente anche tra le contraddizioni,i sospetti e quant’altro la condiziona non solo in senso economico,sociale e politico. Anche questo aspetto ha una sua autenticità e originalità che ci dobbiamo autoriconoscere non solo come difficoltà e complessità ma anche come merito e capacità di nuove intuizioni ed analisi.Per ultimo e non ultimo :Cairano 7X. E’ stato scelto “un piccolo paese” come simbolo e anche una possibile pratica di”grande vita” nascosta e da scoprire con una esperienza veramente innovativa e originale con alle spalle una grande esigenza di Franco Dragone e idea  che Franco Arminio ha avuto il coraggio dei sognatori , la testardaggine dei poeti e la capacità del vero politico di rendere realizzabile al meglio di uomini e idee che circolano in Italia ed in Europa in cerca di esperienze coerenti di nuovi modi di abitare e pensare la terra che ci è data in comodato d’uso in coerenza con le esigenze  delle “eccellenze” del paese stesso . Di tutto ciò dobbiamo sentirci non solo orgogliosi ma soprattutto attori e artefici ognuno con le sue capacità e le sue conoscenze.Siamo in una fase costituente ed abbiamo un estremo bisogno di convinte adesioni ma soprattutto di entusiasmo culturale , passione civile,sentimenti caldi e un impegno personale nella responsabilità concreta secondo le proprie conoscenze e abilità organizzative. La Comunità provvisoria è una buona e bella idea coltiviamola al meglio delle nostre capacità e possibilità ma non dimendichiamoci di annacquare o disperdere la sua anima “paesologica” .Non è solo “un valore aggiunto” ma un modo nuovo di essere,pensare e vivere l’Irpinia e tutte le “irpinie” della terra……..

mauro orlando

Written by Mercuzio

8 giugno 2011 a 9:47 am

Pubblicato su AUTORI

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Il non luogo della dimensione distanziale dello spazio tempo che divide e non unisce mortifica l’idea stessa delle adesioni convinte. Il pensiero consolatorio fa vela verso la passione civile, incontrandosi con l’entusiasmo culturale, volando aquilmente sui sentimenti caldi e sull’impegno personale avendo bene presente le responsabilità che derivano dalle grandi conoscenze artistiche personali. Scala Minore Napoletana si impegna a realizzare tutto questo sulla Rupe dell’Utopia dal 4 al 7 agosto.

    Scala Minore Napoletana

    8 giugno 2011 at 11:37 am

  2. l’isola che non c’è il museo dell’aria il cerchio della comunità l’utopia della rupe sta a come riusciamo i confini del mare. Quando vado a…mare incontro sempre una sirene. Lei però non canta ma sta zitta li sullo scoglio mentre io mi fingo distratto ad acchiappare paguri. Il silenzio è il migliore degli incanti in assoluto. E, così ho compreso il senso del moto dell’onda che bagna lo scoglio e il mio corpo. Così ai confini di questo mondo incantata comprendo quanto tempo mi resta x a…mare. Nanos

    nanosecondo

    9 giugno 2011 at 8:35 am

  3. il tempo che ci resta per amare è legato ai nostri luoghi ai luoghi del cambiamento. L’utopia è solo uno strumento che può essere utilizzato da tutti. L’utilizzo di questo strumento impone una disciplina “la serenità”. Impone anche disponibilita a mettersi in gioco fuori dagli schemi. Impone accogliere con gratitudine i fallimenti nostri è degli altri. ci impegna a percorrere nuovi sentieri è navigare a vista per nuove rotte. La rupe è il luogo di confine della nostra comunità che si apre per scoprirne di muovi. È il luogo dei concerti del silenzio e dell’aria ma è anche il luogo dove tutti sono disponibili a mettersi in gioco accettando il fallimento senza viverlo con rancori. La mia utopia? Essere Clown tutti i giorni! Non sempre ancora ci riesco ma continuo a provare.

    nanosecondo54@alice.it

    9 giugno 2011 at 9:49 am


I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: