COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Archive for the ‘Poesia del Sud _’ Category

(io, pendente. deluso).

macerie in fiore di Paolo Battista

Omaggio a Mio fratello.  (L.B.)

COLLAPSUS ( poema in versi liberi ) . Poema dell’antimodernità

di Paolo Saggese

Paolo Battista è un poeta urbano, come da subito si è rivelato con la sua prima plaquette appunto “Canti urbani”, e con “Collapsus – poema in versi liberi” si conferma da irpino trapiantato a Roma poeta della metropoli e della modernità liquida. Una notazione marginale, prima di arrivare al cuore del problema, è che il poeta si richiama sin dal titolo alla cultura classica e alla tradizione letteraria italiana, sebbene proprio il richiamo alla classicità, come in Sanguineti, produca un forte contrasto tra passato e presente, tra canoni codificati e sperimentalismo. Infatti, si parte da un titolo latino, cui segue la nota esplicativa, che nega la natura stessa, la possibilità stessa del poema: non è possibile un poema in versi liberi, un poema che anzi alterna verso e prosa, mediante la tecnica comunque già classica del “prosimetrum”. È un po’ come l’Ovidio dell’“Ars amandi”, che scrive un poema didascalico in distici elegiaci (e non in esametri) dedicato non agli dei, alla filosofia o all’agricoltura (si pensi ad Esiodo, Lucrezio  Virgilio), ma all’arte di amare!

Dunque, “Collapsus” è un poema dei nostri tempi, un poema che definirei dell’antimodernità, perché questi crolli, queste cadute, queste rovine non sono quelle semplicemente del poeta, né semplicemente di Roma, la città eterna del Cristianesimo, né quelle della città eterna della classicità, sono bensì i crolli comuni, le rovine, le cadute, le polveri di macerie di un’intera civiltà, che è quella umana. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by lucabattista

26 dicembre 2010 at 6:04 pm

SANCARLUCCIO FESTIVAL

Riprende il “Festival della Poesia dei Paesi del Mediterraneo” con la nona giornata, che si terrà al teatro Sancalurccio di Napoli  il 14 dicembre, ore 18,00, secondo il seguente  programma: Omaggio a Salvatore Quasimodo, ad Alfonso Gatto e Franco Nico”.

A cura di Giuseppe Iuliano – Giuseppe Liuccio – Paolo Saggese – Francesco D’Episcopo

(Centro di documentazione sulla poesia del Sud)

Le ragioni di questi tre omaggi sono i seguenti: cade quest’anno il cinquantesimo anniversario del Nobel per la Letteratura assegnato a Salvatore Quasimodo, e quindi il centenario della nascita di Alfonso Gatto, due autori cari al grande cantautore e musicista del Sancarluccio Franco Nico, scomparso l’anno scorso e che ha tante Leggi il seguito di questo post »

pasquale stiso e la terra d’alta irpinia

DSC_0090da Laura E. Ruberto / California  > Con le notizie del Formicoso, mi metto a leggere il poeta di Andretta, Pasquale Stiso.

“Terra d’Alta Irpinia” _ Pasquale Stiso

– – –

Terra

terra d’Alta Irpinia

estranea

come una matrigna

battuta

da tutti i venti

oppressa

per lunghi mesi

dalla neve.

Plaga del Formicoso

desolata

assetata

di corsi d’acqua

e di verde

ove il grano

cresce rachitico

roso dai geli

flagellato dalla tramontana

e il granoturco

di settembre

è ancora tenero come il latte.

Leggi il seguito di questo post »

Giuseppina Luongo Bartolini, la poetessa del riscatto femminile

 

NELLA TERRA DI MEZZO – di Paolo Saggese

 

Oggi offriamo ancora una figura poliedrica di poetessa e di intellettuale, ossia Giuseppina Luongo Bartolini, irpina di nascita, ma sannita di adozione: Leggi il seguito di questo post »

Written by abbranca

30 aprile 2009 at 9:10 am

Pubblicato su Poesia del Sud _

L’ADOLESCENZA INFINITA ED ESTROSA NELLE POESIE POSTUME DI ANTONIO D’ALESSIO

 

di Vincenzo Capodiferro

 

L’ Adolescenza mai finita (1991-1994) è una raccolta di poesie postume di Antonio D’Alessio, figlio di Vincenzo D’Alessio, una grande voce di poesia, di arte e di cultura della cara Irpinia, ne La sede dell’estro, Montoro 2009, edita dalle edizioni Guarini. È una raccolta di spoglie che un padre raccoglie del figlio perduto. E queste spoglie sono i semi infiniti dell’adolescenza. Leggi il seguito di questo post »

Written by abbranca

27 aprile 2009 at 10:00 am

Pubblicato su Poesia del Sud _

Antonio La Penna, il poeta inquieto della ragione

 

NELLA TERRA DI MEZZO – di Paolo Saggese

 

Antonio La Penna (Bisaccia, 1925) è uno dei maggiori intellettuali che l’Irpinia ha donato all’Italia: illustre latinista, già docente presso l’Università di Firenze e la Scuola Normale di Pisa, è un antichista di fama internazionale, ma con forti interessi anche alle letterature italiana ed europea -, come testimonia la sua sconfinata produzione saggistica.  

L’insigne studioso ha scritto anche poesie, dalla metà degli anni ’40 sino ad oggi, ed ha pubblicato due raccolte poetiche, e più di recente pièces teatrali di ispirazione “oraziana”. Molte poesie, d’altra parte, sono “disperse” su riviste letterarie; pertanto, sarebbe utile raccoglierle in volume. Leggi il seguito di questo post »

Written by comunitaprovvisoria

23 aprile 2009 at 9:50 am

Giuseppe Pisano cantore malinconico e affascinante

NELLA TERRA DI MEZZO – di Paolo Saggese

 

Ho scoperto la poesia di Giuseppe Pisano (Montefredane, 1938-1998), più noto come acuto e brillante giornalista, grazie ad una preziosissima segnalazione fattami alcuni anni fa dall’amico poeta e saggista Alessandro Di Napoli, che mi ha anche consegnato in lettura una copia, preziosa nella sua rarità, della prima edizione della plaquette “Nel foro della chitarra” (Isola d’oro, Pompei, 1973), – poi riedita con una importante prefazione di Generoso Picone –  che mi ha permesso una lettura sistematica di un poeta le cui qualità mi erano chiare, ma che non conoscevo nella sua interezza.

Una plaquette straordinaria, quella di Pisano, un libro, che riconcilia con la poesia.

Leggi il seguito di questo post »

Written by alfonson

17 marzo 2009 at 9:26 am

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: