COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Posts Tagged ‘Campania

oratorio bizantino ad avellino

.

oratorio bizantino ad avellino

Per la salvezza della Campania

Per la salvezza della Campania (in sintonia con comunità provvisoria / appello agli intellettuali napoletani _a.verderosa _ https://comunitaprovvisoria.wordpress.com/2011/03/28/appello-degli-intellettuali-napoletani-contro-la-discarica-in-alta-irpinia/)

Come fermare l’emergenza rifiuti in Campania tutelando la salute e l’ambiente

In Campania le discariche realizzate in base alla legge 123/2008 sono fonte di pericolo per la salute e l’ambiente. La legge 123 condanna la Campania ad un diritto diverso da quello delle altre regioni con pesanti deroghe alle leggi italiane ed europee in materia di rifiuti e protezione ambientale, fino a consentire lo smaltimento, nelle discariche per rifiuti urbani, di rifiuti indifferenziati e di scarti contenenti sostanze pericolose. Si genera, così, un percolato tossico che inquina i terreni, raggiunge le falde acquifere e provoca – come evidenziano le inchieste della magistratura – gravi danni alla salute dei cittadini e all’ambiente. L’art. 18, tra l’altro, deroga finanche all’obbligo di impermeabilizzare il fondo delle discariche, rendendo tutte le discariche campane fomite di disastri ambientali. La legge 1/2011, pur sostituendo al termine “emergenza” quello di “somma urgenza”, prolunga, in effetti, lo stato di emergenza, e consente di affidare la realizzazione delle discariche senza bando di gara pubblica e abolisce sia la vera valutazione di impatto ambientale sia i limiti che le ordinanze d’urgenza devono rispettare.

Leggi il seguito di questo post »

Nuove DEVASTAZIONI in Campania: il PIANO CASA

di Nicola Sorbo _ _ _ LE ZONE AGRICOLE DI UN TERZO DEI COMUNI CAMPANI SONO A RISCHIO DEVASTAZIONE  _ _ _ La giornata non era cominciata nel migliore dei modi. Un amico mi chiama sconfortato al telefono e mi invita a dare uno sguardo al nuovo Piano Casa della Campania (legge regionale n.1/2011). Stento a crederci, ma ancora una volta in questa regione si persevera diabolicamente: vogliono dare risposte ai problemi occupazionali spianando la strada all’industria del cemento, soprattutto in quel che rimane delle zone agricole, che dovrebbero essere destinate alla sola produzione di cibo; un vincolo che dovrebbe essere uguale a quello previsto per le aree destinate alle attività industriali, ma che in questo caso è derogabile per gli usi più svariati. Sono amareggiato ma – per fortuna – riesco ancora a incavolarmi e decido di scrivere un articolo che vorrei fosse pubblicato sul sito di Slow Food Campania.

Leggi il seguito di questo post »

lettera al presidente della repubblica

di ROCCO QUAGLIARIELLO

Carissimo Giorgio Napolitano Presidente della Repubblica, già Presidente della Camera, già Onorevole Deputato, già Membro della Direzione Nazionale del PCI e della Segreteria Nazionale del PCI Segretari Longo Berlinguer Paietta prima di Occhetto…chi Le scrive è figlio del compianto Francesco Quagliariello, “Ciccio” che ha avuto in vita il piacere e l’onore di ricerverLa a Sant’Angelo dei Lombardi non solo nella sede del Partito(Palazzo del Popolo loggia De Sanctis) ma soprattutto nella abitazione privata sita al quarto piano del Palazzo Iapicca . Mia Madre Maria Rosara Caprio vedova Quagliariello conta oggi i suoi ottantanni sempreverdi, vedova da oltre venti anni La saluta con ammirazione e grande affetto.E’ ancora orgogliosa di averLe fatto assaggiare la scamorza lionese e montellese alla fiamma ardente con sopressata caposelese santangiolese e vino aglianico nella nostra umile cucina soggiorno.
Le scrivo da medico umanista dirigente sanitario del SSN SS Regione Campania ASL di Avellino Struttura Complessa Dipartimentale di Medicina Legale, Corso Europa 66 Avellino Città.
Ieri mattina giorno dell’Epifanìa sarei potuto venire ad ossequiarla a Napoli, al sole splendido di Napoli, ma ho preferito, me ne scuso, recarmi a Roma in Piazza del Quirinale di fronte all’ingresso delle Scuderie del Quirinale ove, su un marciapiede, si consuma la dignitosissima battaglia personale e territoriale del Sindaco di Sperone(AV) Dott Salvatore Alaia.Salutandolo, da medico che conosce i segreti e l’arte, ho percepito:arti periferici freddi madidipolso radiale flebile, con ritmo tachicardico e battiti ectopici extrasistolicicute giallo paglierina con chiazze paonazze zigomatichesegni evidenti di secchezza delle mocose da disidratazionerallentamento delle funzioni corporee rilevabili al colloquiosegni di iniziale sofferenza renale contrazione dell diuresi ed edemi sottopalpebralirallentamento del processo comunicativo per intervenuta disartria con spasmi mandibolari e mascellari superiordesquamazione cutanea periorbitaria e periorale prolabiale
Insomma, Sig Presidente, una condizione clinicamente critica delle salute rapportata alla prognosi quoad vitam e non solo quoad valetudinem.
Sono a chiederLe di IMPEDIRE LA MORTE FISICA CORPOREA DI QUESTO CITTADINO PRIMA ANCORA CHE SINDACO.
LE RAMMENTO CHE NON IMPEDIRE POTENDOLO CHE UN EVENTO SI VERIFICHI ESSENDO PREVEDIBILE EQUIVALE DI FATTO NELLA SOSTANZA A CAGIONARLO.
CON UMILTA’ AFFETTUOSA GRATITUDINE DEVOZIONE ED AMMIRAZIONE CONFIDO NEL SUO INTERVENTO E LA SALUTO CON DEFERENTE OMAGGIO E STIMA INCONDIZIONATA

ROCCO QUAGLIARIELLO – Sant’Angelo dei Lombardi (ALTA IRPINIA) il 7 di gennaio 2011
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
AUTORIZZO AD INVIARE QUESTA LETTERA APERTA CHE SOTTOSCRIVO NELLA SUA INTEREZZA SOLO A CONDIZIONE CHE ESSA NON VENGA MANIPOLATA RICUCITA O ANCHE MINIMAMENTE MODIFICATA DA EVENTUALI INOPPORTUNE NON GRADITE CONSUETUDINI GIORNALISTICHE DEI MASS MEDIA.ESSA PUO’ ESSERE UTILIZZATA UFFICIALMENTE IN TUTTE LE SEDI SOLO E SOLTANTO INTEGRALE COSI’ COME IL MIO CUORE L’HA CONCEPITA.DIFFIDO CHIUNQUE A FARNE USO DIVERSO DA QUELLO MANIFESTATO IN QUESTA COMUNICAZIONE RESPONSABILE DI VOLONTA’ DICHIARATA SU UN BLOG DI PUBBLICA UTILITA’.ROCCO QUAGLIARIELLO
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

FOTO di copertina: salvatore alaia sindaco di sperone in sciopero della fame e della sete a roma per la sanità in irPinia – roma 6.1.2011 – foto cacioman – picasa

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
VIDEOmessaggio di Salvatore Alaia al Presidente della Repubblica
video di MICHELE CITONI
http://www.youtube.com/watch?v=YXk3GurKEwk
.

COLORI d’AUTUNNO a Sant’Andrea di Conza

il programma è in via di definizione; è possibile partecipare ai convegni con proprie relazioni;  si prevede la continuazione da febbraio a maggio 2011 con eventi in fase di preparazione.
la comunità provvisoria è naturalmente protagonista delle giornate santandreane; una sorta di cairano 7x ma dilatata nel tempo lungo dell’inverno appenninico.
Ogni suggerimento comunitario è ben accetto. grazie

(c’è tanto da lavorare, domattina -domenica 10 ottobre 2010 alle 10- saremo ad appendere i quadri della mostra che aprirà il 16; poi andremo ad Orsara di Puglia con Antonio Vespucci; convegno su cucina, prodotti e territorio all’azienda di Peppe Zullo e colazione; nel pomeriggio si va alla Masseria Paglicci a San Marco in Lamis)

chi può in generale dare una mano nell’organizzazione di COLORI d’AUTUNNO a Sant’Andrea di Conza è il benvenuto !

Come riportato nei manifesti : “Le manifestazioni non beneficiano di contributi economici pubblici né partitici; si realizzano grazie all’autotassazione degli amministratori comunali e al contributo di : “ANDREONE MARBLES” -azienda locale-

PROGRAMMA  : https://comunitaprovvisoria.wordpress.com/colori-dautunno-a-santandrea-di-conza/

.

bozza locandina

Written by A_ve

9 ottobre 2010 at 9:21 am

Pubblicato su Angelo Verderosa _, COLORI d'Autunno a S.Andrea _, EVENTI Comunitari, PAESAGGIO / Architettura, PARCO RURALE _, Petizioni, Segnalazioni, Stampa

Tagged with , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

ACCADIA e i danni dell’eolico / V. Sgarbi

DSC_0066Vittorio Sgarbi su “Il Giornale” del 29 agosto 2009: … Ma un’esperienza terribile mi è occorsa qualche giorno fa muovendomi dalla Campania alla Puglia verso Accadia, città natale di Anna Salvatore, notevole pittrice dell’epoca della Dolce Vita, amica di Guttuso, Fellini, Pasolini, Moravia. Non mi ero mai spinto in quel territorio dominato dalla bellissima rocca di Sant’Angelo. E immagino che nei suoi spazi interminabili e nella natura selvaggia quei luoghi mitici fino a qualche anno fa dovessero apparire mirabili e incontaminati. Provi ora il ministro a rifare il percorso: migliaia, dico migliaia di pale eoliche, imminenti fino al ciglio di strade e sentieri, o dominanti in lontananza sul crinale delle colline spuntano ovunque, come un barbaro assedio di inaudita, ingiustificata violenza, a spazi che furono per il libero sguardo e per il volo degli uccelli. Da qualunque parte si è circondati. Sgradevole sensazione che ho anche a Salemi, ma che qui appare potenziata, intensificata, dolorosa.

Leggi il seguito di questo post »

Written by A_ve

31 agosto 2009 at 10:16 pm

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: