COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Posts Tagged ‘gomorra

ANTONELLA BUKOVAZ

LA SCUOLA, LA CALABRIA E SAVIANO

La scuola pubblica in Italia è come l’Amazzonia….. sta per essere completamente sradicata! Continuando con la metafora direi che la scuola è il polmone della società, i fusti e le chiome della foresta sono gli insegnanti, le strutture, il personale e naturalmente le ruspe sono la riforma Gelmini (che il computer insiste nel correggere in gemini….. ci mancherebbe solo che fossero due gemelle!). Uscendo dalla metafora si fa fatica a mantenersi ragionevoli avendo per di più tra le mani il suo Piano Programmatico, spudorato enunciato del più puro Berlusconi-pensiero. Le cifre a cui corrisponde sono impressionanti: tagli per 8 miliardi di euro, 167 mila docenti in meno e 44 mila ATA, 2 mila scuole a rischio chiusura, solo nella provincia di Udine una ventina di scuole e circa 500 posti a rischio per il prossimo anno scolastico.
Ma c’è sempre un luogo dove si sta peggio ovviamente. In Calabria i centri scolastici a rischio chiusura sono 214.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Arminio

31 ottobre 2008 at 11:40 am

Pubblicato su AUTORI

Tagged with , , , , ,

Per Saviano: condividere il rischio

di Carla Benedetti

Non basta dichiarare a Roberto Saviano solidarietà a parole, non basta lodarlo, non basta leggere in piazza pagine di Gomorra. Non basta nemmeno dire che egli è tutti noi. Ogni parola, anche sincera e intensa che noi possiamo pronunciare o scrivere in sua difesa o in sua lode è certo una cosa buona, ma non è proporzionale al rischio che egli sta correndo e continua a correre per aver osato sognare un paese diverso da questo, per aver avuto il coraggio e la libertà di appellarsi alla responsabilità civile e umana dei suoi concittadini.  

L’unica cosa proporzionata al suo fare è fare come lui!

Leggi il seguito di questo post »

Written by Arminio

19 ottobre 2008 at 10:18 PM

pancho pardi su saviano

di Pancho Pardi

Il caso Saviano pone un problema delicato. Non si può chiedere a nessuno di fare l’eroe per rafforzare la volontà di lotta degli altri. Saviano aveva pensato di scrivere un libro.

Ha scritto un bellissimo libro. Un’opera originale che oggi quasi nessun nuovo lettore può affrontare senza saperne niente. I lettori di oggi ne sanno già qualcosa, almeno per sentito dire. Ma chi l’ha letto nei primi giorni, forse anche nei primi mesi, era subito preda di un senso di fascinazione e al tempo stesso di incertezza: il libro sapeva muoversi sul filo del rasoio tra verità, verosimiglianza e invenzione. Pagina dopo pagina, il lettore poteva restare nell’incertezza: ciò che leggo è vero o solo verosimile? Va da sé che ciò che poteva essere verosimile era anche inventato. Ma inventato in un modo così persuasivo da apparire vero a dispetto dell’invenzione. Leggi il seguito di questo post »

Written by Arminio

19 ottobre 2008 at 10:14 PM

CARO ROBERTO

Caro Roberto,

è appena stata resa pubblica la smentita di Schiavone in relazione alle minacce alla tua vita. Gli credi? Gli “uomini di niente” non hanno onore, né umanità. Io non ti conosco personalmente, ma ti conosco attraverso il tuo libro, i tuoi articoli, lo spettacolo teatrale e il film. Io non ti conosco personalmente, ma il tuo urlo è risuonato  e risuona dentro di me. Sono nata e vivo in Campania, nella provincia martoriata di Napoli, in quella chiaiano-marano in cui si vuole fare una discarica in pieno centro abitato.

Leggi il seguito di questo post »

Written by A_ve

17 ottobre 2008 at 12:03 PM

questa truffa è nota a tutti / CARLO BONINI

La storia dei traffici illeciti dal Nord al Sud è documentata dagli atti delle Commissioni e fu denunciata nel 1995 da manager e parlamentari

“Bolle false e finti trattamenti così camuffiamo i veleni”

Parla un broker della monnezza: questa truffa è nota a tutti
di CARLO BONINI

<b>  Ci sono ancora tonnellate di rifiuti nelle strade di Napoli

ROMA – “Il presidente della Repubblica ha ragione. La Campania è stata per molti anni la pattumiera del nord. E dico anche, mi scuseranno i napoletani, che come questo sia stato possibile è ormai il segreto di Pulcinella”. L’uomo ha l’accento marcato delle valli lombarde. Ha meno di 40 anni e da più di 15 sposta e spinge rifiuti da un estremo all’altro del Paese. Chiede l’anonimato, perché qualche problema di giustizia lo ha già avuto e non intende averne altri. Perché di “monnezza”, pericolosa o innocua che sia, speciale o meno che sia, ci campa.

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: