COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Posts Tagged ‘paesaggi

sinergie comunitarie sud

Written by A_ve

11 ottobre 2009 at 9:24 am

Lettera sulla paesologia.

_ di franco arminio _____   cari comunitari, metto sul blog una riflessione doverosa sul mio lavoro  di paesologo, lo faccio perché spero che questo testo sia letto e, soprattutto, arricchito dalle vostre riflessioni   e dal vostro impegno, insieme a me, su questi temi. mi sto rendendo conto sempre di più di quanto l’Irpinia e l’esperienza della cp siano una punta veramente avanzata nel panorama culturale italiano e ringrazio ognuno di voi per tutti gli stimoli e l’entusiasmo  che siete in grado di trasmettere.

ho anche deciso di pubblicare sul blog, nei prossimi giorni, i vari commenti e le mail, che sto ricevendo e che riceverò, sul mio nuovo libro, sperando di poter leggere  e postare le vostre osservazioni  che, per me, sono fondamentali. 

LETTERA SULLA PAESOLOGIA
 
                                                                          Agli amici della Comunità Provvisoria
 
Dopo cinque libri da me interamente dedicati all’argomento forse è arrivato il momento in cui io tenti di riassumere in poche parole che cos’è la paesologia.
La prima cosa che mi viene da dire è che la paesologia è una disciplina fondata sulla terra e sulla carne. La carne di chi osserva, la terra che è Leggi il seguito di questo post »

Written by Arminio

21 settembre 2009 at 11:15 am

DOMENICA NEVICA a LAPIO

QUESTA SERA, domenica 13 settembre,  ‘la comunità provvisoria’ è  a LAPIO, nella casa-laboratorio  di VITTORIO IANNINO per l’anteprima di ‘NEVICA E HO LE PROVE’ di e con fRANCO aRMINIO.  __ lapio. sett.'09__ __ __ __ __ __ __ __ I nostri paesi sono aperti, ci si arriva senza passare dai caselli. Si parcheggia senza pagare. Ti puoi sedere dove vuoi, ti puoi anche stendere su una panchina. I paesi hanno il vuoto al centro, sono come uccelli imbalsamati, hanno perso le viscere. Vuoti dentro e col piumaggio impolverato. È una cosa che si sente bene e dolorosamente proprio adesso, a settembre, adesso che è di colpo si è fermata la girandola estiva. I paesi sono aperti, ma le case restano chiuse. La bulimia edilizia che ha trasformato ormai anche l’Irpinia in una città diffusa ti sbatte prepotentemente in faccia più infissi che mandibole, pochi occhi e molte finestre. Così vanno le cose in quest’epoca sciagurata.   Ma portare il broncio alla propria epoca non va mai bene. E poi, se non si può sovvertire il senso della corrente, comunque c’è sempre spazio, come diceva Calvino, per cercare nell’inferno ciò che inferno non è, e farlo crescere e durare. Tra le tante persone che ho conosciuto in Irpinia in questi ultimi tempi, persone che si muovono in quest’ottica, c’è sicuramente Vittorio Iannino, un architetto di Lapio, Leggi il seguito di questo post »

Gianni Celati / ‘di cosa si parla quando si parla di paesaggi’

paesaggio altirpino _a.verderosa 2006

paesaggio altirpino _a.verderosa 2006

metto qui un pezzo di gianni celati, prelevato da rigabooks.

per chi non voglia navigare consiglio di comprare il numero di riga interamente dedicato a celati.  troverete molte cose utili per capire il senso della nostra comunità provvisoria. _franco arminio
***
In questo convegno sul paesaggio, ritrovandomi assieme ad autorevoli esperti, mentre aspettavo il mio turno di parola mi è sorto il dubbio che siamo stati invitati a trattare un argomento insostenibile. E ho cominciato a rimuginare a ruota libera, in modo sbandato, senza più ritrovare il discorso che mi ero preparato nella testa. Di cosa si parla quando si parla di paesaggi? Non c’è qualcosa di equivoco in questa vecchia parola? Intanto penso a quel fotografo americano, Ansel Adams, che diceva: «Il paesaggio è il luogo della distruzione» – idea romantica ma sacrosanta, soprattutto nei nostri giorni, perché parla di una condizione dell’essere completamente travolta dagli imprenditori frenetici del nostro tempo. Se il paesaggio è il luogo della distruzione, mentre qui ci viene proposto di valutarlo come una forma di capitale accumulato, allora viene chiedersi dov’è l’equivoco racchiuso in questa parola – specie nelle nostre nazioni ricche, dove la maggioranza dei cittadini può comprarsi tutti i vestiti che vuole, andare fuori a cena quando vuole, fare i viaggi che vuole, mandare i figli a imparare a suonare il piano, e può anche concedersi una benevola attenzione verso il mondo, con qualche simulata emozioni per le popolazioni schiacciate dalla miseria. Cosa sono i paesaggi per questi cittadini evoluti dell’occidente, gente molto razionale e ottimista, con una fede infrangibile nel potere monetario e in quello tecnologico?
Leggi il seguito di questo post »

paesaggi altirpini / sabato 25 a montella

architettur@  in  irpinia

2° incontro    _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Sabato 25 ottobre 2008

PAESAGGI ALTIRPINI

S.Maria del Monte e S.Francesco a Folloni a MONTELLA (av)

 programma _  l’appuntamento è confermato alle  9.30,  sul piazzale antistante il Convento di San Francesco a Folloni, Montella (AV).  >>> da Avellino, Ofantina bis – uscita Montella; subito allo svincolo seguire le indicazioni per Bagnoli Irpino, per un paio di km.  _ Alle 10 ci sposteremo per arrivare al Castello del Monte; non è Leggi il seguito di questo post »

FARMACI d’ARIA e TERRA

Ieri a Carlantino

ero in Italia e in Albania

e stavo bene

non mi tremavano i nervi

come fanno stamattina

che sono tornato al mio paese

e alla sua guerra.

Tutti i paesi che ho visto ieri

erano piccole compresse

farmaci d’aria e terra.                                                                   _ ARMIN

Written by comunitaprovvisoria

28 settembre 2008 at 12:47 pm

Pubblicato su Franco Arminio _

Tagged with , , , ,

PEDAGOGIA dei LUOGHI e Terra d’Irpinia

 di Gerardo Pistillo 

Questo articolo si propone di offrire un contributo al recupero e alla valorizzazione del territorio dell’Irpinia, soprattutto nell’attuale fase storica in cui si fa sempre più pressante il rischio della costruzione di una megadiscarica sul Formicoso. Senza dubbio, la vicenda dei rifiuti in Alta Irpinia mette a nudo il trionfo della logica omicida tipica del capitalismo avanzato, che dopo aver sfruttato in maniera scriteriata gran parte delle risorse naturali a fini produttivi – si pensi agli inutili disboscamenti, allo spreco delle risorse idriche, alla monopolizzazione e alla cattiva gestione dei giacimenti petroliferi ecc. – tenta ora di servirsi degli spazi residui, ancora incontaminati, del nostro territorio per utilizzarli come grandi pattumiere.

Leggi il seguito di questo post »

Written by alfonson

27 settembre 2008 at 11:30 am

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: