COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Posts Tagged ‘Terremoto, trentennale

Pugliantagonista e l’Irpinia del terremoto

Speciale terremoto  Irpinia 80

La redazione di Pugliantagonista.it e l’Archivio storico Benedetto Petrone , in occasione del trentennale dal terremoto dell’Irpinia , contribuiscono con  articoli, ricerche, documenti dell’epoca e interviste al dibattito che nonostante gli anni trascorsi continua a riaccendersi su quella vicenda  e le ripercussioni, politiche sociali e di costume essa  ha avuto nel destino del popolo meridionale  e nel rapporto con la vita nazionale.

Vogliamo parlare non solo di solidarietà umana ma impegno politico rivoluzionario, antagonista, rompipalle che molti compagni portarono in quei giorni nel “cratere del terremoto” fu una solidarietà attiva,  che ben presto divenne scomoda  per coloro,  avvoltoi politici, mafiosi camorristici ed economici volevano gettarsi anima e corpo nel Grande Affare della Ricostruzione. Fu così che dopo un mese di impegno anima e corpo dei compagni, in particolar modo dell’Autonomia operaia coordinati da Radio Onda Rossa e i comitati autonomi di via dei Volsci di Roma, alla vigilia del Natale dell’80 nelle tende dei compagni irruppero i carabinieri che rifilarono il foglio di via ai volontari e fecero piazza pulita di coloro che stavano organizzando le popolazioni a denunciare affaristi, speculatori e politici corrotti.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Remembering the Irpinia Earthquake Thirty Years Later

Published on i-ITALY (http://www.i-italy.org)

Remembering the Irpinia Earthquake Thirty Years Later

Laura E. Ruberto (November 22, 2010)

Laura E. Ruberto
Cairano (AV), buildings damaged in the 1980 Irpinia Earthquake and never repaired (photo taken June, 2010)

Marking the material culture of one of Southern Italy’s worst natural disasters, the Irpinia Earthquake of November 23, 1980.

November 23, 2010, marks the thirtieth anniversary of the Irpinia Earthquake [4], a quake that hit some of the poorest and most rural parts of Campania, Basilicata, and Puglia, killing 2,735 people. It hit 679 towns in 8 provinces and left upwards of 400,000 homeless. The earthquake also created a political rupture that cut across economics, culture, and history in ways that are still felt in the daily life of the people who live and work in those areas, as well as in the tens of thousands who emigrated because of it.
 
Such catastrophes often forge renewed ties across migratory lines, with the influx of remittances and other forms of assistance coming from the diaspora. Certainly this kind of aid was visible in the weeks and months following the tremor (in fact, the Irpinia Earthquake of 1980 long ago taught Leggi il seguito di questo post »

Written by A_ve

24 novembre 2010 at 3:50 pm

una settimana di silenzio per il 23 novembre

questo blog ha sospeso ogni attività di pubblicazione da martedì 16 a martedì 23 novembre. una settimana di silenzio per far fronte all’inutile rumore delle tante commemorazioni.                   _a.v.

speditami da dario bavaro :

Parla per me, silenzio

Oggi non era un giorno di parole,

con mire di poesie o di discorsi,

né c’era strada che fosse la nostra.

A definirci bastava solo un atto,

e visto che a parole non mi salvo,

parla per me, silenzio, ch’io non posso.

(Josè Saramago Poesie pg.193 ed. Einaudi)

Written by A_ve

16 novembre 2010 at 4:36 pm

(su, al nord)

 

sant'andrea di conza 30.10.2010 / FABBRICHE, convegno sull'archeologia industriale

Di ritorno a casa (su, al Nord) _ di Luca Gibello

Del tutto casualmente, pochi giorni prima di scendere a Sant’Andrea di Conza per l’incontro sull’archeologia industriale all’interno del programma «Colori d’autunno», ero andato a vedere il film Benvenuti al Sud, grande successo ai botteghini. Non posso certo dire che non mi sia piaciuto, tuttavia, sebbene esso smonti alcuni stereotipi dell’immaginario collettivo settentrionale circa il Meridione, nell’insieme il film non riesce ad affrancarsi da una visione edulcorata della realtà. Insomma, venivano sottolineati tutti i lati positivi (clima, cibo, ambiente, amicizia, ospitalità, generosità e creatività delle persone), senza accennare ai problemi latenti.

Nella due giorni in cui ho partecipato alle iniziative programmate dalla Comunità Provvisoria, ho avuto modo d’incontrare e conoscere varie Leggi il seguito di questo post »

Trent’anni prima / programma per il trentennale

Trent’anni prima / programma per il trentennale del terremoto 1980-2010 _ CGIL Avellino

info a cura di Gianni Marino

Lunedì 8 novembre – Avellino: Salone CGIL  Via P.Paolo Manna 25, ore 11:30    /  Conferenza stampa presentazione programma iniziative della CGIL di Avellino in occasione del trentennale del terremoto del 23 novembre 1980

– – – – –

Venerdì  5 novembre –  Avellino: Salone CGIL Via P.Paolo Manna 25,  ore 17.30  /   GIOVANI E LAVORO ATIPICO: COME ORIENTARCI PER TROVARE LAVORO   /  Presiede Enzo Petruzziello – Relazione:  Valentino Aquino  (Segretaria Provinciale Nidil-Cgil Avellino) – Intervengono: Giuseppe Trunfio  (Vice-Presidente Forum dei Giovani Avellino) – Carmen Guarino (Coordinatrice ProvincialeUnione studenti).

Momento Performativo:  “Gli uni senza gli altri”  dal libro: IL MOMENTO È ATIPICO / interpretato da  Renato Maffei – Conclude Maria Di Serio  (Segretaria Nazionale Nidil-Cgil).

– – – – –                                                                                               continua

Leggi il seguito di questo post »

un paese che non c’è più

un invito di Francesco Custode alla Comunità Provvisoria / Castelnuovo di Conza, giovedì 9 settembre ore 17

Un libro di fotografie, e di parole quasi scomparse, che raccontano di un paese che non c’è più: questo è tutto il senso di quest’opera frutto di una lunga ricerca che, insieme a Francesco Di Geronimo, stiamo svolgendo da alcuni anni con la collaborazione di Rosa Maria Guarino, Ausilia Mondino e Onidia Ciriello, alla ricerca di vecchie fotografie di persone e luoghi di prima del terremoto del 1980.

Dietro alla persone scorci del paese, il nostro paese, che il sisma ci ha portato via insieme ad 86 nostri concittadini.

Le fotografie ci hanno aiutato a ricostruire quello che era soltanto nei nostri ricordi: com’era quel vicolo, la str’ttlecchia, lu castieddh’, sott’a l’arc’.

Leggi il seguito di questo post »

LA TERRA SI È SCOSSA

lunedì, aprile 06, 2009

Oggi la terra si è scossa.

vita nuova (dalle macerie) a. luongo

In pochi attimi

è stata distrutta la fatica,

il sudore di una vita;

tanti amici rifiutati dalla terra

si sono sentiti accolti da Dio.

Anche se in luoghi diversi

ognuno aveva l’appuntamento con Dio.

Io sono lontano da quella terra,

eppure anch’io mi sento scosso,

anch’io mi sento strappato,

con il pianto in gola.

Mi sento accumunato

a questo dolore

pienamente,

pur nel mistero

di questo incontro improvviso con Dio.

( Per tutti gli amici dell’ABBRUZZO )

Written by fornaitec

6 aprile 2010 at 5:38 am

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: