COMUNITA' PROVVISORIA

terra, paesi, paesaggi, paesologia _ il BLOG

Posts Tagged ‘verderosa

CAIRANO, microcosmo eccellente

Cairano, microcosmo eccellente

di angelo verderosa per “il mattino” 27.5.2011

Oggi riapre Cairano 7x (sette per); siamo alla terza edizione. Da un’idea di Franco Dragone, nativo di Cairano, imprenditore artistico, creatore del Cirque du soleil; omaggio al suo borgo e ai trecento abitanti che tenacemente vi abitano; portare Cultura, Bellezza e Sogno, questa la visione raccolta e trasformata in missione dalla Comunità Provvisoria. Rianimare con l’essenziale una  piccola comunità, riaprirla, farla conoscere al mondo. Per portarvi i curiosi ma anche possibili nuovi abitanti. Per riportarci il mondo.

Quest’anno una significativa novità. I sette giorni diventano 7 mesi di eventi e sperimentazioni.

Si inizia in questo ultimo fine settimana di maggio con ‘Microcosmi eccellenti /comunità, trasformazione, sviluppo locale’,  promosso dall’Anab /associazione nazionale di architettura bioecologica. Fino a domenica saranno a Cairano urbanisti, ambientalisti, architetti, artisti, pensatori, ecologisti, scrittori e studiosi provenienti da diversi paesi e città italiane.

Un laboratorio di pensiero per riprendere a costruire con parsimonia nella ricerca della bellezza; bellezza intesa come connubio tra l’utile, essenziale e necessario, e le ultime poche risorse disponibili del pianeta Terra.

Leggi il seguito di questo post »

Written by A_ve

27 maggio 2011 at 8:07 am

atripalda, chiesa di s.nicola da tolentino

Written by A_ve

12 maggio 2010 at 9:49 pm

sulla veste del nuovo blog

… riguardo alla veste del blog, concordo con la impaginazione presistente, più ricca, colorata, più originale, ma A.R. dice che con WordPress si individua l’anonimo e la cosa sarebbe ottima. Credo che bisognerà trovare il modo per fare accedere al blog nella veste preesistente depositando la propria e-mail che individua sempre una persona congiuntamente ad un nik-name e, se il blog individua entrambi, allora i commenti avranno sempre una paternità, fermo restante la possibilità da parte dell’amministratore o del comitato redazionale del blog di occultarli non cestinarli, dandone oculata e accorta Leggi il seguito di questo post »

nostro dovere

nostro dovere è riunirci e parlare; parlare senza la mediazione e la freddezza del blog.
il blog può fare bene il suo lavoro nei momenti di ispirazione e di meditazione.
adesso è il momento della indignazione e della discussione, possibilmente in circolo e senza leader. per capire innanzitutto. per trovare un nostro ruolo. per ritrovare anche nei momenti della preocuppazione e dell’angoscia sociale un caloroso senso di comunità.
resto sempre per le scampagnate comunitarie ma non mi va di farle quando fuori c’è tempesta.
Leggi il seguito di questo post »

Written by comunitaprovvisoria

8 gennaio 2008 at 12:22 pm

4 gennaio 2008, invito al Goleto

note redazionali

AMICI e COMUNITARI vi invito tutti ad evitare di postare “commenti” ANONIMI; ne risente l’impostazione del Blog e si finisce con l’innescare un meccanismo calunnioso e autodistruttivo. FIRMATEVI o sceglietevi un alias in modo che i lettori riescano a tenere il filo del dibattito anche nei post e nei commenti successivi. ALIAS finora intravisti: NHAT, il GIARDINIERE, IRPINO. angelo

Alvaro Belardinelli ha postato l’articolo sulla scuola (4 cartelle) o è un copia e incolla di un comunitario? sarebbe utile, nel caso di copia e incolla di un comunitario, almeno una riflessione propria sull’articolo; si potrebbe postare la riflessione e caricare l’articolo nei commenti. Se nessuno risponde si può cancellare il post ? angelo

Lo dico con estrema franchezza: con questi lunghi articoli non firmati avete rotto … Un articolo deve essere mezza pagina A4: per destare attenzione … altrimenti non lo legge nessuno. Ma lo volete capire o no che Internet ha una concezione del tempo diversa da quella barbosa degli anni 70? antonio

Proposta: nel caso di articoli o video di vostro interesse, che volete partecipare alla Comunità, postate solo il LINK. Grazie. angelo

POST BREVI e senza CORSIVI, senza NERETTI e FONT COMPLICATI, grazie

Buone Notizie

Apro il blog della comunità provvisoria e trovo suggestive riflessioni sul tempo. Trovo una bellissima intervista di Carmelo Bene e altro ancora. Mi pare che a dispetto di questo inverno acido e cupo, la Comunità Provvisoria goda di ottima salute. Anche un recriminatore come me in questi giorni ha davvero poco da recriminare. Il mio nuovo libro sui paesi uscirà a breve con un importante editore. Il mio lavoro paesologico avrò dai prossimi giorni anche una connotazione più esplicitamente politica. Ma non è di questo che voglio parlare adesso.
Questo post è dedicato al mio, al nostro amico Angelo Verderosa.
La notizia che i lavori di restauro della sua, della nostra abbazia del Goleto, hanno ricevuto un importante premio. Siamo in una terra in cui è facile sentire parlare male degli altri. Anzi, quando si parla di qualcuno di solito se ne parla male. E magari siamo diffidenti nei confronti di questa o di quella persona perché in un passato più o meno remoto abbiamo sentito esprimere giudizi negativi nei suoi confronti.
La Comunità Provvisoria esiste anche per guardare agli altri in un altro modo.
Il premio ad Angelo e ai suoi collaboratori (i muratori in primo luogo) in fondo lo avevamo anticipato già noi eleggendo il Goleto a sede elettiva della nostra Comunità.
L’appuntamento del sedici appena possibile sarà riproposto, ma intanto possiamo immaginare anche altre manifestazioni.
Dai prossimi giorni la luce prenderà ad allungarsi e questo farà bene alle nostre ossa e a quelle ancora tenere della Comunità. ____ franco arminio

Written by comunitaprovvisoria

18 dicembre 2007 at 9:05 am

Pubblicato su COMUNITA' PROVVISORIA _

Tagged with

sicurezza sul lavoro a metà prezzo

Nella nostra regione si continuano ad appaltare opere di edilizia pubblica sulla scorta di prezziari vecchi di 10 anni; nonostante i prezzi non aggiornati le imprese offrono ribassi del 30%. Si lavora cioè a metà prezzo.
Per procedere nell’appalto si devono fare economie in ogni parte dell’opera; la prima economia che si fa in un cantiere è risparmiare sulle misure di sicurezza.
La seconda è utilizzare manodopera sfornita di assicurazioni e contratti.
La terza è utilizzare materiali di scarsa qualità.
La quarta è interrompere i lavori e fare causa all’ente (90% di probabilità di vincere la causa, a 10 anni di distanza).
Viviamo uno stato e un’economia che non crede nell’importanza delle opere pubbliche tantomeno dell’architettura civile.
Si fanno annunci e propaganda sulle opere finanziate e appaltate, non si parla mai di opere ultimate nei tempi previsti e realizzate con qualità.
Diverse regioni italiane hanno varato leggi che impediscono di appaltare opere pubbliche con il massimo ribasso; diverse sentenze hanno stabilito che non si possono utilizzare prezziari non aggiornati. La nostra regione non si adegua perchè i ribassi provenienti dalle opere pubbliche servono per coprire i buchi della sanità e del piano rifiuti.
Nella nostra regione si stanno realizzando in questo periodo migliaia di alloggi residenziali pubblici (ovvero edilizia economica e popolare nell’ambito del programma “eliminazione dei prefabbricati del sisma 1980”) con un costo medio –netto- di 350 euro al metro quadrato; un’abitazione di 90 mq. la si vorrebbe realizzare con 31.500 euro circa.
In questa cifra sono compresi: sicurezza, ponteggi, scavi, trasporti, strutture in cemento armato, impianti, muri, intonaci, pavimenti, infissi, ecc..
Con la stessa cifra a Milano si realizza un metro quadrato di pavimento in legno o di balaustra in vetro; negli altri paesi della Comunità Europea con la stessa cifra si fanno forse massetti e coibenti sotto i pavimenti per contenere le dispersioni energetiche …
La morte sui luoghi di lavoro si eliminerà se il processo edilizio troverà un suo giusto riconoscimento ed equiibrio, se politica e amministratori riconosceranno il giusto valore alle opere pubbliche di importanza sociale.
Le leggi vigenti che obbligano all’utilizzo e al controllo del casco in cantiere sono solo un palliativo per tenere la coscienza a posto; un vano esercizio per far finta di essere in una società civile. a.v.

Written by comunitaprovvisoria

9 dicembre 2007 at 10:59 pm

Pubblicato su Angelo Verderosa _

Tagged with ,

no all’incuria

… i cassonetti sono vuoti, la spazzatura è sparsa sulla strada; a pochi metri l’Abbazia del Goleto, monumento eccelso, portale del sistema turistico dell’Alta Irpinia… meta continua di pellegrini e visitatori e comunitari. Si impegnano risorse europee per la promozione turistica della Campania e non si riesce ad eliminare un poco di monnezza. Il nostro è stato per secoli un territorio pulito, abitato da una civiltà contadina che non ha mai sprecato risorse, mai ha imbrattato la campagna. Perchè succede questo ? Sono i cittadini che lasciano la spazzatura fuori dai cassonetti o i cassonetti vengono svuotati dagli operatori senza raccogliere le buste a terra ? Per favore chi può si adoperi per ripulire il nostro territorio. Impegnamoci tutti nella raccolta differenziata. Quando non c’è spazio nei cassonetti non lasciamo le buste a terra ma portiamole in altra postazione. Per gli elettrodomestici, i pneumatici, gli imballaggi dell’ikea … adoperiamo le isole ecologiche, ce ne sono quasi in ogni comune.
Ho l’impressione che i politici utilizzino il nostro territorio quale merce di scambio per le proprie ambizioni personali. che senso avrebbe altrimenti continuare a parlare di discariche in alta irpinia ? siamo rimasti in pochi ad abitare qui, produciamo quindi pochi rifiuti, non solo, siamo virtuosi nella raccolta differenziata. Qualcuno ha calcolato quanto costerebbe trasportare le migliaia di tonnellate di rifiuti dai luoghi in cui si producono (area metropolitana, asse caserta-napoli-salerno) alle nostre aree interne? Logica ecologica vorrebbe che lo stoccaggio si facesse nelle immediate vicinanze delle città più abitate. A noi andrebbero bene piccole discariche dando facoltà ai comuni di consorziarsi liberamente tra loro per l’individuazione e gestione dei siti. In attesa dei termovalorizzatori e di una raccolta differenziata estesa anche a Napoli e provincia. angelo verderosa

Written by comunitaprovvisoria

30 novembre 2007 at 7:05 pm

Pubblicato su Senza categoria

Tagged with ,

no media / persone e personaggi / rave party / comunità

siamo riusciti ad evitare i passaggi stampa-radio-tv alla giornata di CAIRANO __ ci pesava alzare la cornetta e telefonare __ né potevamo stampare e spedire inviti __ c’è stato un passa parola fatto unicamente di e.mail tra persone che si conoscono e amano ancora questa terra __ persone che si corrispondono in una comunità telematica e provvisoria __ persone e amabili personaggi che sono ormai capaci di attaccar briga via e.mail … :) per poi fare pace __ personaggi che si fanno leggere e che fotografano e che riscaldano l’inverno irpino __ personaggi che coinvolgono, come in una catena di sant’antonio, artisti, sognatori, musicisti, parolai, affabulatori, seriosi e solitari __ voglio quindi ringraziarvi per questa comunione __ CAIRANO, lo avverto, è una esperienza speciale __ ci ritroveremo senza il rumore dei media, senza l’obbligo di presenziare, senza scopi __ e il tam-tam somiglia a quello dei rave party o free party, forse ancora più avanti, senza frecce stradali e senza sms __ mi piacerebbe trovare uno slogan per CAIRANO, non rave, non free, né party __ anche se la coda del “WorldWide Raver’s Manifesto” forse in qualche modo calza: << La nostra arma l’informazione. Il nostro crimine è violare e sfidare qualsiasi legge che voi sentite aver bisogno di utilizzare per porre fine all’atto di celebrare la nostra esistenza. Ma ricordate che mentre potete fermare un qualsiasi party, in una qualsiasi notte, in un qualsiasi città, in una qualsiasi nazione o continente di questo magnifico pianeta, non riuscirete mai a spegnere il party intero. Non avete accesso a questo interruttore, non importa quello che pensate. La musica non si fermerà mai. Il battito del cuore non si spegnerà mai. Il party non finirà mai. Sono un raver, e questo è il mio manifesto>> un abbraccio, angelo
foto antonio luongo
DOMANI MI ATTIVO PER IL VIDEOPROIETTORE. HO CHIESTO LA DISPONIBILITA’ DEL SALONE EDIFICIO SCOLASTICO VICINO CASA MIA E FARO’ TROVARE UNA TRENTINA dI SEDIE (O PIU’) DISPOSTE A CIRCOLO. PER IL RISTORO CI SARA’ UNA DISCRETA QUANTITA’ DI PRODOTTI TIPICI, PREVISTE SEMPRE 30 PRESENZE. IL VINO SARA’ IL MIO CON ASSAGGIO DEL NOVELLO. L’HO GUSTATO OGGI ED E’ STAORDINARIO!!! STO VEDENDO PER L’ORGANETTO. LEGGEREMO UN PAIO DI POESIE DI UNO SCRITTORE CAIRANESE. PRIMA DI ANSARE VIA HO PROGRAMMATO UNA BREVE VISITA ALLA PRO-LOCO. DONEREMO QUALCHE COPIA dei libri: ” CAIRANO NELL’ETA’ ARCAICA ” e ” UN’ESPERIENA NEOREALISTA A CAIRANO “nonchè il DVD del film “la DONNACCIA” E di ” FESTARIA ” OLTRE A CARTOLINE SU CAIRANO. SALUTI da LUIGI (e zi michelino)

Written by comunitaprovvisoria

9 novembre 2007 at 8:30 am

cairano arcaica

Written by comunitaprovvisoria

6 novembre 2007 at 8:20 pm

Pubblicato su Senza categoria

Tagged with , ,

Pietra Irpina

Pietra irpina

L’Irpinia sub-appenninica è ricca di buoni materiali lapidei adatti alla costruzione e all’impiego pavimentale esterno; materiali un tempo reperibili un po’ ovunque, oggi sono estratti principalmente nelle cave di Sant’Andrea di Conza, Bisaccia e Melito Irpino e lavorati, oltre che nei suddetti siti, nei laboratori di affermata tradizione artigianale: Fontanarosa, Gesualdo, Grottaminarda, Montella, Bagnoli, Nusco, Lioni, Conza.
Leggi il seguito di questo post »

Written by comunitaprovvisoria

2 marzo 2007 at 8:47 pm

verso il parco dei monti irpini

“verso il parco dei monti irpini”, in “Civiltà Altirpina” lug.-dic. 1991, anno II fasc. 2 cliccare per ingrandire e leggere

Written by comunitaprovvisoria

30 dicembre 1991 at 7:34 pm

Pubblicato su Angelo Verderosa _

Tagged with ,

la distruzione dei centri storici

“legge 219 /81 ovvero la distruzione dei centri storici”,  in “Civiltà Altirpina” lug.-dic. 1990, Anno I fasc. 2      cliccare sull’immagine per ingrandire e leggere

Written by comunitaprovvisoria

30 dicembre 1990 at 7:39 pm

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: